Le Parole della Settimana sabato 30 gennaio su Rai 3, gli ospiti

le parole della settimana

Le parole della settimana sabato 30 gennaio su Rai 3, ospiti e argomenti della puntata

Le Parole della settimana continua a raccontare l’Italia e il mondo con Massimo Gramellini attraverso il linguaggio, nella nuova puntata di sabato 30 gennaio su Rai 3 (anche in streaming su RaiPlay), che vedrà ospiti Loretta Goggi, Beppe Sala sindaco di Milano e Mario Calabresi.

Le Parole della settimana è caratterizzato dal collaudato alternarsi di ospiti noti e non per scoprire, approfondire, comprendere, e spingere a riflessione sui principali fatti della settimana che va a concludersi. Il tutto con alcune presenze fisse già diventate cult come il momento del professore Vecchioni in apertura di trasmissione. Alla fine del programma Massimo Gramellini chiude con il suo monologo Buonasera.

Gli ospiti di sabato 30 gennaio

Come ogni sabato a Le Parole della settimana Roberto Vecchioni racconterà il significato di una parola e questa settimana ha scelto “razza” vista la vicinanza con il Giorno della Memoria. Il prof. Vecchioni ne racconterà l’origine e la sua presenza all’interno della Costituzioni, poi con Loretta Goggi giocherà con nuovi rompicapo insieme a Massimo Gramellini.

L’altra presenza fissa del programma Veronica Pivetti dedicherà il suo monologo al duello Lukaku-Ibrahimovic, i due attaccanti di Inter e Milan protagonisti di un acceso scontro durante il recente quarto di finale di Coppa Italia. Ospiti il sindaco di Milano Beppe Sala, Lucia Annunziata, l’immunologa Antonella Viola e Mario Calabresi. 

Oltre a Saverio Raimondo, che tornerà a raccontare l’attualità politica italiana attraverso la lente della sua dissacrante comicità, tornerà anche il giovane critico d’arte Jacopo Veneziani che, ispirato dal pallottoliere donato da un membro del Consiglio regionale lombardo al Presidente Attilio Fontana, parlerà di come la scienza matematica è stata presente nell’arte dalle sue origini ad oggi.

Le Parole della Settimana continuerà a dare spazio anche a storie straordinarie di vita quotidiana, da sempre il motore trainante del programma, raccontate dalla voce di chi le ha vissute in prima persona, cittadini comuni che hanno saputo distinguersi per capacità, generosità o professionalità. Come di consueto, poi, in chiusura di puntata la “Buonasera”, il monologo di Massimo Gramellini ispirato dai fatti di cronaca.