L’Intervista di Maurizio Costanzo a Morgan [Video]

L’Intervista di Maurizio Costanzo a Morgan: Il cantautore e polistrumentista Marco Castoldi – in arte Morgan – è stato i protagonista della quinta puntata.

E’ andata in onda questa sera, giovedì 3 novembre, in seconda serata su Canale 5, la quinta puntata del talk ideato da Maurizio Costanzo “L’Intervista”.


Protagonista all’interno del cubo il cantautore, polistrumentista e personaggio tv Marco Castoldi – in arte Morgan –.

L’artista si è raccontato come non mai: con sincerità, intelligenza e ironia.

L’Intervista di Maurizio Costanzo a Morgan: Ci pensi alla morte? 

“E’ un pensiero costante ma non ne ho paura. La vivo….la morte è una idea che nn riusciamo tanto a capire bene. Quando c’è lei non ci siamo noi. La morte non è la nostra. E’ la morte degli altri. E’ la morte di quelli che noi vediamo morire e allora lì la morte è brutta”. 

L’Intervista di Maurizio Costanzo a Morgan: il rapporto con il padre. 

E’ stato mostrato a Morgan un filmato con il padre.

“Lui non ha mai perso la sua classe. Mio padre era molto elegante. L’11 Ottobre 1988 è stato un giorno piovoso…molto brutto. Il giorno prima mio padre mi aveva salutato dalla finestra, cosa che non aveva mai fatto. Fa venire proprio l’inverno dentro. Mio padre aveva dei debiti economici…caz…te però. Credo che ci siano state delle vicende…io avevo 16 anni non capivo veramente. La sera prima lui mi ha dato un barattolino che conteneva le pellicole fotografiche con 100 mila lire e me lo ha messo in mano dicendo: “Così non potrai mai dire che non ti ho restituito quello che mi hai dato”.

“Lui ci ha salutato dalla finestra e non l’aveva mai fatto. Ha salutato me e mia sorella. Io mi sono girato e ho detto ‘ma cosa sta facendo?'” e si è ucciso quella mattina. Io non so cosa ho provato. E’ una emozione molto forte. Da una parte scatta la vita filosofica perché mio padre non è morto di morte naturale è morto suicidandosi e ti chiedi il perché”.