Masterchef Italia 9 giovedì 13 febbraio: gli eliminati sono (Spoiler)

Masterchef Italia 9

Masterchef Italia 9 puntate di giovedì 6 febbraio, tutte le anticipazioni e l’eliminato in diretta

I Concorrenti in un vero ristorante. Ospiti gli chef stellati Davide Caranchini e Alfonso ed Ernesto Iaccarino

L’addio di Milenys e Giada (qui la scorsa puntata e qui la loro intervista) ha ridotto a 9 il numero dei concorrenti di Masterchef Italia (qui tutti i nomi). Chi tra Antonio, Davide, Francesca, Giulia, Luciano, Maria Teresa, Marisa, Nicolò e Vincenzo riuscirà a convincere i 3 giudici Antonino Cannavacciuolo, Bruno Barbieri e Giorgio Locatelli, continuando la corsa verso la finale di Masterchef?


Ospiti, sfide e tante sorprese nelle due puntate vanno in onda giovedì 13 febbraio su Sky Uno dalle 21:15 canale 108, digitale terrestre canale 455 in streaming su Now Tv, visibile su Sky Go, su smartphone, tablet e PC, anche in viaggio nei Paesi dell’Unione Europea, tanto per gli amanti della musica è poi sempre disponibile on demand.

Masterchef Italia 9 gli eliminati di giovedì 13 febbraio: Vincenzo e Giulia

La capacità di mettere da parte le certezze è fondamentale come ricordano a Luciano. E sotto la Mystery ci sono certezze da rivoluzionare: 5 tipi di farina e 5 tipi di latte, di farro di riso di canapa di cocco e di soia. Dovranno così scegliere un’accoppiata e renderli i protagonisti del piatto, con una cottura in forno o bollito o in padella e la cottura sarà decisa a sorte.

I migliori sono Antonio, Luciano e Davide. Il vincitore è Davide che avrà un vantaggio all’inventino test. Protagonista è la cucina di lago con lo chef Davide Carachini una stella Michelin con il ristorante Materia a Cernobbio (ha lavorato per Gordon Ramsay a Londra e ha raccontato che andava a mangiare da Locatelli). Davide ama il lago e va a pesca quindi ha vinto il giorno giusto. Potrà scegliere il piatto per se e per gli altri che dovranno replicare, e Davide ha anche tutte le indicazioni dello chef.

La trota in carpione (più semplice), salmerino e testina di vitello (medio), pesce gatto avvolto in retina di maiale e cotto in argilla (più difficile). La trota è per Niccolò, Antonio e Giulia;il pesce gatto va a Luciano, Francesca e Maria Teresa; Marisa, Vincenzo e Davide faranno il Salmerino.

Il piatto migliore è di Giulia. I tre peggiori sono Luciano, Vincenzo e Francesca e l’eliminato è Vincenzo.

I concorrenti sono a Milano nel quartiere di Brera, qui le due brigate si sfideranno in due ristoranti, sostituendo le brigate dei locali: Santa Virginia  e dai Gemelli. Giulia sceglie il menù blu del ristorante dai Gemelli e sceglie Davide, Marisa e Francesca; i rossi sono Niccolò, Maria Teresa, Luciano e Antonio con menù di carne e il capitano è Niccolò. Ora i due cuochi spiegano i menù alle squadre e la sfida può avere inizio.

Alla fine del servizio i clienti decidono se pagare o meno con dei gettoni. La squadra che ha più gettoni vince. Il sindaco di Milano, Sala, ha annunciato la squadra vincente: Rossa con 18 gettoni a 15.

I blu Giulia, Davide, Marisa e Francesca devono affrontare il pressure test con una coppia padre-figlia gli chef Iaccarino. Un pressure a coppia: Giulia con Davide e Francesca con Marisa. Solo un membro ascolterà la ricetta e inizierà il lavoro poi passerà all’altro e dovrà proseguire con poche indicazioni. Inizieranno Francesca e Davide che possono assaggiare il piatto “Vesuvio di rigatoni” un timballo di pasta. Chef Iaccarino spiega tutti i passaggi.

La coppia che si salva è quella di Marisa e Francesca. Davide e Giulia devono cucinare ancora al duello. Dovranno replicare un altro piatto: spaghetto alla mediterranea con sgombro al carpione. Dovranno capire il piatto solo assaggiandolo. Nel cestino oltre agli ingredienti giusti avranno anche alcuni “intrusi”.

L’eliminato è: Giulia.

Le anticipazioni di giovedì 13 febbraio

La puntata si apre come di consueto con una Mystery Box che contiene cinque diversi tipi di farina correlati a latte della stessa tipologia. Parola d’ordine della sfida: osare, l’intraprendenza nel proporre un piatto creativo e buono al palato dovrà essere l’ingrediente aggiuntivo per tentare di aggiudicarsi la prova e guadagnare un importante vantaggio nel successivo Invention Test. Nella seconda prova il tema sarà la cucina di lago, presentata dal giovane chef stellato Davide Caranchini, uno dei massimi esperti in materia. Il giovane chef ospite presenterà tre delle sue difficili creazioni che faranno emergere le fragilità di alcuni concorrenti.

Nel secondo appuntamento gli aspiranti chef si troveranno alle prese con una delle prove più difficili di MasterChef: prendere le redini di una vera cucina di un ristorante. Nell’elegante quartiere Brera, cuore di Milano, due locali molto noti, il “Santa Virginia” e “Da I Gemelli”, apriranno le porte alle brigate, tra mille ostacoli, preparazioni complicate e la temutissima gestione delle comande. Chi riuscirà a soddisfare meglio i gusti e le aspettative della clientela?

Come sempre la brigata perdente dovrà affrontare il pressure test che è sempre più decisivo e sopratutto sempre più difficile: ospiti gli Chef stellati Alfonso ed Ernesto Iaccarino.

Masterchef Magazine

Dal lunedì al venerdì alle 19:50 su Sky Uno c’è la striscia Masterchef Magazine che unisce il racconto degli aspiranti chef con la cucina dei giudici e di alcuni ospiti come la simpatica Anna Martelli, in gara nella scorsa edizione, o importanti chef come Terry Giacomello, Gianpaolo Raschi, Daniele Usai, e come Marco Sacco con la sua rubrica “Dalla Strada Alle Stelle”.

Anche questa edizione di MasterChef sceglie di essere plastic free ed eco-friendly promuovendo il consumo consapevole ed ecosostenibile, rispettando il Pianeta e non sprecando risorse alimentari. Tutti i prodotti di consumo legati al cibo (piatti, bicchieri, posate, vassoi, tovaglioli) sono di natura compostabile ed ecosostenibile, per un consumo di plastica ormai ridottissimo come già nell’ottava edizione, pari al – 75% e a 800 kg di plastica utilizzata in meno rispetto alle edizioni precedenti.

Accanto al rispetto per l’ambiente, MasterChef da sempre si impegna anche nella lotta contro gli sprechi e la gran parte degli alimenti non impiegati per le prove è stata donata all’Opera Cardinal Ferrari Onlus di Milano. Il programma si è avvalso della preziosa collaborazione di Last Minute Market, la società spin-off dell’Università di Bologna impegnata sul fronte della riduzione degli sprechi e della prevenzione dei rifiuti da oltre 10 anni

loading...