Non Disturbare su Rai1, Simona Ventura ospite di Paola Perego

Non disturbare

Non Disturbare su Rai 1 in seconda serata interviste in albergo di Paola Perego

Da lunedì 25 giugno in seconda serata su Rai 1, alle 23:50 circa, arriva Non Disturbare, un nuovo format creato dalla Stand By Me, presentato da Paola Perego che incontrerà ogni settimana diversi personaggi in una stanza d’albergo.

12 donne del mondo del cinema, della tv, dello spettacolo e della cultura apriranno il loro cuore a Paola Perego comodamente rilassate in un albergo. Luogo di passaggio per eccellenza, l’albergo è il luogo ideale per raccogliere confidenze, particolari di vita altrimenti nascosti, dettagli di storie mai rivelate.

Sei appuntamenti, tutti declinati al femminile, con 12 donne protagoniste del mondo del cinema, della televisione, dello spettacolo e della cultura a partire da lunedì 25 giugno e quindi per successivi sei lunedì estivi di seconda serata.

In ogni puntata Paola Perego incontra due protagoniste e nella prima puntata di Non Disturbare lunedì 25 giugno alle 23:50 ci saranno Simona Ventura e Caolyn Smith.

Nelle prossime settimane saranno sue ospiti in albergo Iva Zanicchi, Chiara Francini, Naike Rivelli, Barbara Palombelli, Nancy Brilli, Andrea Delogu, Anna Falchi, Nunzia De Girolamo, Paola Ferrari ed Eva Grimaldi.

L’obiettivo del programma è realizzare un’intervista fuori dagli schemi classici, un confronto privato, intimo ed autentico per raccontare aspetti inediti e aneddoti personali. Dettagli confidenziali, curiosità sulla vita privata e professionale, come un incontro tra due amiche pronte a raccontarsi senza filtri. A dare il via alle interviste un cartello con la scritta “non disturbare” appeso da Paola Perego sulla maniglia della camera d’albergo.

A scandire il tempo degli incontri ci saranno i servizi in camera offerti dall’Hotel e altri piccoli giocosi pretesti per conoscere particolari piccanti o inediti delle singole intervistate, come l’ispezione a sorpresa del loro trolley, una telefonata dalla Hall da una persona cara o la connessione Wi-Fi dell’albergo che permetterà a Paola di “sbirciare” dentro il cellulare dell’ospite. Le interviste sono realizzate in camera da letto e nel salotto.