Osnat Shurer, la produttrice di Oceania racconta il nuovo film Disney

oceania

Oceania: Abbiamo incontrato Osnat Shurer, produttrice della pellicola, la quale ha risposto a qualche domanda raccontandoci il nuovo film Disney

Il nuovo arrivato in casa Walt Disney Animation Studios promette di fare scintille e conquistare grandi e piccini grazie anche a una strepitosa colonna sonora con le musiche di Lin-Manuel Miranda, Mark Mancina e Opetaia Foa‘I.


Stiamo parlando di Oceania la nuova e coinvolgente avventura d’animazione che ha come protagonista Vaiana (in originale Moana), una giovane e coraggiosa adolescente che partirà in missione per salvare il suo popolo.

Atletica, agile, straordinariamente intelligente non solo sul piano pratico ma anche e soprattutto su quello emotivo, Vaiana non si ferma davanti a nulla e ha un profondo rapporto con quello che ha tutti gli effetti è il secondo protagonista della storia: l’oceano.

Il film, la cui uscita è prevista il 22 Dicembre 2016, prende ispirazione dai racconti della tradizione orale degli abitanti del Nuovissimo Continente e così impariamo a conoscere i polinesiani come il più grande popolo di viaggiatori. Viaggi che hanno subito un’improvvisa interruzione lunga mille anni e porranno fine alle esplorazioni delle numerose isole dell’Oceania. Il viaggio di Vaiana diventa quindi l’occasione per (ri)scoprire le origini di un popolo ancora avvolto nel mistero e dalla leggenda, un percorso alla scoperta delle proprie radici e quindi della propria storia.

Questo lungo e affascinante cammino alla ricerca del passato per meglio comprendere il presente riesce a rendere la storia di Vaiana contemporanea e vicina a noi pur essendo ambientata moltissimi anni fa.

La produttrice Osnat Shurer, nella squadra dei Walt Disney Animation Studios dal 2012, durante la presentazione milanese ha risposto a qualche curiosità in merito alla lavorazione del film.

“Oceania è il 56° film d’animazione Disney e per l’occasione Ron Clements e John Musker hanno animato per la prima volta interamente a computer un loro lungometraggio animato. Inoltre anche Eric Goldberg ha contribuito all’animazione del film. Com’è stato collaborare con tre autori così tecnicamente diversi’?”

Osnat Shurer: “Credo sia interessante mescolare diversi tipi di effetti. Per esempio l’acqua è stato uno degli elementi più difficili da rendere animato e abbiamo avuto bisogno di creare tre diversi programmi per vedere il mare in tre modi differenti. Una volta messe insieme le tre tecniche il mare è diventato un vero e proprio personaggio, molto importante nella storia. Anche per i tatuaggi è stata molto interessante la combinazione di effetti perché sono disegni in 2D che si muovono su un personaggio animato attraverso l’uso del computer [di quest’ultimi si è occupato Eric Goldberg, ndr]. Inoltre i tatuaggi non si muovono proprio sulla pelle ma sotto. Quindi è stato davvero un lavoro unico e appassionante.”

“A chi critica il film perché si dice porti avanti stereotipi sul popolo polinesiano cosa risponde?”

Osnat Shurer: “Dopo che Ron Clements e John Musker hanno deciso di ambientare il film nelle isole del Pacifico sono partiti per il sud dell’Oceania e hanno imparato a conoscere da vicino le isole e le persone che abitano lì. Abbiamo creato un gruppo di ricerca e lavorato con tanti locali, antropologi e linguisti delle isole Fiji e di Samoa, e anche per questo avere nel team della sceneggiatura Taika Waititi è stato molto importante. Waititi ha avuto un ruolo importantissimo viste le sue origini (il padre è un Māori, ndr) ed è uno sceneggiatore straordinario”.

“In Italia, e in altri paesi, il titolo della protagonista e del fim sono stati modificati e si è passati da Moana a Vaiana/Oceania. Questo per evitare rimandi alla pornostar Moana Pozzi…”

Osnat Shurer: “Mantenere lo stesso nome in qualunque paese ci sarebbe piaciuto ma in alcuni paesi europei non era disponibile e quindi lo abbiamo cambiato”.

Non ci resta quindi che aspettare il 22 Dicembre per conoscere Vaiana, il semidio Maui, Nonna Tala, i Kakamora e tutti i personaggi che ci condurranno alla scoperta dello straordinario mondo di Oceania.