Presentazione Expo Astana 2017: le dichiarazioni dalla conferenza stampa

Presentazione Expo Astana 2017

Presentazione Expo Astana 2017: mancano circa quattro mesi all’apertura delle porte dell’esposizione universale che si terrà in Kazakistan. Ecco tutte le dichiarazioni

Al World Expo Commissioners Club, a Milano, si è tenuta la prima conferenza stampa in Italia di presentazione di Expo Astana 2017‘Future Energy” nonchè il passaggio di testimone da parte di Expo Antalya 2016. ll tema scelto per questa Esposizione Internazionale Future Energy toccherà tematiche relative alla produzione responsabile ed efficiente di energia nell’immediato futuro ed al rapporto con l’ambiente, con particolare riferimento alle energie rinnovabili.


Di seguito le dichiarazioni della conferenza stampa di presentazione Expo Astana 2017.

Firat Isik, General Secretary of Expo 2016 Antalya: Sono passati 6 mesi meravigliosi. Abbiamo realizzato un Expo nell’ottica di farne uno mondiale e, nonostante sia stato un anno duro per la Turchia e il primo Expo, abbiamo fatto di tutto per portare più persone possibili all’evento. Abbiamo utilizzato quello che avemo per creare il miglior expo possibile, nel modo più flessibile possibile. I numeri della nostra edizione sono stati: 112 ettari di spazio complessivo, 120mila di spazio chiuso, 550mq di spazio verde, 26mila alberi etc. Il nostro tema era su bambini e fiori, quindi il tema doveva essere chiaro fin da subito. 4.700.000 persone di cui 70% turchi, 1/3 bambini. 24.000 persone al giorno. Abbiamo fatto 30mila eventi in 191 giorni. 150 concerti, 4500 show, 26 national day, 65 eventi speciali. Expo era anche in giro per la città con installazioni ed eventi speciali.

Asylbek Tauasarov, Advisor of Ambassador of Kazakhstan in Italy: è molto simbolico presentare qui a Milano, dopo il successo di Expo 2015 e il successo del padiglione kazako. Il nostro paese è molto giovane ed è una nazione multi etnica e multi religiosa con 130 regioni e siamo orgogliosi di avere mantenuto invariate le nostre tradizioni. Dal 10 giugno al 10 settembre partirà Expo 2017; 112 paesi hanno confermato la propria presenza, 18 organizzazioni mondiali e oltre 100 rappresentanti dei paesi. È una grande opportunità per la nazione e per la tecnologia delle energie rinnovabili; strutture per l’economia verde, elettricità smart. E’ un grande passo per il paese a livello tecnologico, infatti tutti i padiglioni sono stati costruiti in vista del post expo, riqualificando in pratica il nuovo centro.

Roza Assanbayeya, Promotion and Tourism Deputy Director of Astana Expo 2017 National Company: Expo non ha confini. Milano ha accolto il 2015 e adesso tocca a noi continuare questa tradizione con il 2017. Il padiglione del Kazakistan nel 2015 è stato il terzo padiglione a sviluppare il tema nonché uno dei più visitati (più di 1 milione). Siamo nella terza rivoluzione industriale è purtroppo non abbiamo tante riserve, quindi stiamo cercando fonti alternative. Expo 2017 è un progetto internazionale, ed è l’evento più importante della nostra nazione. In questi 93 giorni faremo il possibile per realizzare un buon progetto. […] I ministri del turismo arriveranno il 26/27 giugno per discutere sul tema dell’energia del futuro e siamo sicuri che expo 2017 avrà un impatto sulle nuove costruzioni ecosostenibili. Ci aspettiamo più di 5 milioni di spettatori, per lo più kazaki ma anche cinesi, russi e dall’ex unione sovietica. 3000 eventi, tematici e culturali, con la speranza di incrementare il turismo. Faremo il possibile per rendere confortevole la visita e far si che portino a casa un bel ricordo dell’evento.