Report i servizi di ieri lunedì 10 gennaio: il business delle mascherine, l’odore dei fanghi

Report Rai 3
- Pubblicità -

Report i servizi di lunedì 10 gennaio su Rai 3 con un’inchiesta sul business delle mascherine

Nuovo appuntamento con Report ieri lunedì 10 gennaio su Rai 3 e in streaming su RaiPlay. Sigrifido Ranucci guida le inchieste che raccontano l’Italia, quello che non funziona, quello che potrebbe essere migliorato.

Gli argomenti di ieri del programma di inchieste di Rai 3 riguardano il business delle mascherine, i fanghi di depurazione e la bufala (intesa come mozzarella).

- Pubblicità -

L’inchiesta di lunedì 10 gennaio

La prima inchiesta di Report di lunedì 10 gennaio 2022 ha riguardato il trattamento dei fanghi di depurazione. L’odore dei fanghi è il titolo dell’inchiesta di Bernardo Iovene con la collaborazione di Alessandra Borella e Greta Orsi in cui si approfondisce come vengono trattati e usati i fanghi di depurazione. Le procure di Brescia, Lodi e Pavia hanno scoperto infatti centinaia di migliaia di tonnellate di fanghi e gessi fuori norma e inquinati da sostanze tossiche che sono state sversate sui terreni del nord Italia, in quattro regioni e centinaia di province.

Le inchieste sono partite dalle denunce degli abitanti delle zone interessate. Report ha ricostruito la filiera dei fanghi. Quest’anno entrerà in vigore un nuovo regolamento europeo, ma ogni Stato può continuare a utilizzarli secondo le proprie normative nazionali. E se in Spagna, Gran Bretagna e Irlanda sono largamente impiegati come fertilizzanti, in Olanda, Belgio e Svizzera preferiscono incenerirli. In Italia i fanghi dei depuratori civili e industriali possono esser recuperati come concime ma oltre a elementi utili hanno anche una serie di elementi inquinanti come metalli pesanti, idrocarburi e PCB considerati cancerogeni. Per rivedere tutta l’inchiesta clicca qui.

Le altre inchieste di Report di ieri

Rosamaria Aquino e Mariza Amico in Giù la maschera parlano di mascherine. Da pochi giorni il Governo ha imposto l’obbligo della FFP2 in determinati luoghi e ha stabilito un prezzo calmierato che le farmacie possono anche scegliere di non praticare. Ma fin dall’inizio della pandemia hanno rappresentato un business sia per i fornitori che per i mediatori. Per rivedere tutta l’inchiesta clicca qui

Max Brod in “A caval donato” si occupa del decoro delle vie cittadine e dei parchi pubblici, che è tutelato da norme che vietano di sporcare con le deiezioni animali questi luoghi. Le deiezioni animali sono un fattore di rischio per il terreno ma allora perchè le polizie a cavallo di tutto il mondo le lasciano a terra? Il video dell’inchiesta.

In “Occhio alla bufala” di Rosamaria Aquino (con la collaborazione di Marzia Amico e Alessia Marzi) si parla, infine, del giro d’affari a cinque zeri legato alla mozzarella di bufala DOP. Qui l’anteprima dell’inchiesta.

- Pubblicità -