Abc pensa a una versione antologica per il reboot di Revenge. Thirtysomething torna con un sequel?

Revenge

Il potenziale reboot di Revenge, se ordinato, sarà una serie antologica sulla vendetta. Ordinato il pilot del sequel di Thirtysomething. Lo showrunner sullo spinoff di Modern Family

A novembre ABC ha annunciato lo sviluppo di un reboot antologico sulla fortunata serie, andata in onda nel 2011 con Emily VanCamp e Madeleine Stowe, Revenge (leggi qui).


Alle redini di questa nuova serie ci sarebbe sempre Mike Kelley, già creatore e produttore esecutivo della serie “madre”, insieme a Joe Fazzio e Temple Hill, anch’essi già sceneggiatori e produttori di Revenge e ABC Studios, ora parte dei Disney TV Studios.

La notizia di oggi è che Karey Burke, la presidente della ABC Entertainment, ha dichiarato al TCA Winter Press Tour,  che per ogni stagione si sta prendendo in considerazione una storia di vendetta diversa, ovviamente se il progetto dovesse superare la fase di sviluppo.

“L’idea sarebbe quella di fare una storia di vendetta diversa ogni ciclo. La vendetta diventa una narrazione antologica”, ha dichiarato in occasione del TCA Winter Press Tour.

La nuova versione, scritta da Kelley e Fazzio, racconta la storia di un giovane immigrato latinoamericano. Guidata da uno dei personaggi storici della serie originale, arriva a Malibu per vendicarsi di una dinastia farmaceutica, la cui insaziabile avidità porta all’omicidio della madre biochimica, alla distruzione della sua famiglia e ad un’epidemia globale.

Kelley e Fazzio sono i produttori esecutivi al fianco di Melissa Loy e Marty Bowen di Temple Hill, entrambi produttori esecutivi della serie originale.

Thirtysomething torna dopo quasi trent’anni con un sequel?

Potrebbe tornare un’altra storica serie ABC. Stando a quanto dichiarato da Karey Burke infatti, Thirtysomething [in Italia conosciuta con il nome di In famiglia e con gli amici ndr.] andata in onda dal 1987 al 1991, potrebbe vedere una nuova luce e con parte del cast originale.

“Lo show è diventato così profondamente radicato nella cultura pop”, ha detto Burke al TCA. “Ed [Zwick] e Marshall [Herskowitz] sono stati avvicinati molte volte nel corso degli anni e hanno sempre rifiutato (di fare un sequel). Tre decenni dopo, il cast allora bambino è divenuto thirtysomething. I thirtysomething di oggi sono i millennial di ieri, sono la prima generazione cresciuta con Internet, il che fornisce un netto contrasto [con l’originale].”

Per ora è stato ordinato il pilot del sequel, ma è stato già confermato il ritorno, oltre che di Herskovitz e Zwick, anche di quattro membri del cast originale: Ken Olin (Michael Steadman), Mel Harris (Hope Murdoch), Timothy Busfield (Elliot Weston) e Patty Wettig (Nancy Weston), i quali riprendendo i loro ruoli.

Altre dal TCA

  • Modern Family si appresta al suo ultimo giro di boa. Sono molte le voci che vorrebbero il continuo della serie con un spinoff. A riguardo, il produttore esecutivo Steven Levitan non ha completamente respinto la possibilità: “La risposta breve è che al momento non ci sono piani”, ha affermato.