Il mondo di Murphy: Jessica Lange torna in American Horror Story, Feud: Charles and Diana si ferma

American Horror Story
Ryan Murphy, co-creator and executive producer of "American Horror Story," poses at the premiere of the FX television series, Monday, Oct. 3, 2011, in Los Angeles. The first episode of the series airs on Wednesday. (AP Photo/Chris Pizzello)

American Horror Story: Apocalypse
Jessica Lange nel cast

Feud: Charles and Diana non si fa

Quello di Ryan Murphy è un mondo televisivo a parte, nato e prolificato nel seno della 20th Century Fox Tv tra FX e Fox (da Nip & Tuck a Glee fino ad arrivare a 911 e Pose, senza citare i vari American Crime e Horror Story) e pronto ora a trasferirsi in quel di Netflix dopo un accordo milionario (ma i primi progetti che usciranno su Netflix sono ancora prodotti da Fox 21).

Un mondo a parte, in cui Ryan Murphy è l’unico padre padrone, che disfa e decide anche per la rete FX, che subisce con quella dote di riconoscenza verso chi di fatto l’ha retta negli ultimi anni, trasformandola nel canale cable dove trovare le serie tv d’autore e di qualità, visivamente potenti, culturalmente rilevanti.

American Horror Story decima stagione

Proprio perchè è Ryan Murphy che decide ecco che se chiede una decima stagione di American Horror Story nessuno dice di no, consentendo così a FX di continuare a pianificare il suo autunno intorno all’orrore americano almeno fino al 2020. Al tempo stesso se decide che Feud: Charles and Diana non si deve fare, non si fa, nonostante sia stato annunciato da oltre un anno. E si affretta il CEO di FX John Landgraf a specificare che per American Crime Story e Feud ci sono diversi progetti in sviluppo, anche se di pronto non c’è nulla e sarà Murphy a decidere cosa e quando si farà. L’importante è che Ryan Murphy resti coinvolto e convinto delle serie che ha su FX, ancora prima di pensare a quelle di Netflix.

American Crime Story Katrina?

American Crime Story: Katrina doveva essere il capitolo successivo al Caso O.J. Simpson ma la storia non lo convinceva e Murphy ha deciso di cambiare del tutto, raccontare Katrina attraverso il libro Five Days at Memorial, concentrare tutto su un ospedale e su una dottoressa che nel pieno dell’emergenza fu costretta ad uccidere i pazienti in gravi condizioni non potendo salvarli. Charles and Diana, la storia di Carlo e Diana d’Inghilterra ha subito la stessa fine di Clinton-Lewinsky (che sarebbe dovuto essere il 4° capitolo di American Crime Story): il materiale non lo soddisfaceva e quindi non si fa.

Indubbiamente le storie vere necessitano di un’attenzione ai particolari maggiori e sarà per quello che alla fine i due American Crime Story e Feud hanno un livello qualitativo e di scrittura molto alto. Superiore a American Horror Story.

American Horror Story: Apocalypse

Ma American Horror Story colpisce l’immaginario, crea fenomeni, è pop nel senso pieno e positivo del termine. Ecco quindi che l’attesa per l’ottava stagione crossover tra Murder House, la prima, e Coven, la terza, è altissima. Maggiormente amplificata dall’annuncio che Jessica Lange sarà della partita e nel sesto episodio (diretto da Sarah Paulson) riprenderà il ruolo di Constance della prima stagione, mamma affidataria dell’anticristo nato dall’unione tra Tate/Rubber Man (Evan Peters) e Vivien (Connie Britton) una sorta di anticristo. Un personaggio che sarà parte della nuova stagione e sarà interpretato da Cody Fern. 

E nel cast ci saranno Joan Collins, che sarà la nonna del personaggio di Evan Peters (un comico parrucchiere), Kathy Bates, Adina Porter, Emma Roberts, Cheyenne Jackson, Billy Eichner, Leslie Grossman e Billie LourdPaulson ha raccontato che principalmente interpreterà il ruolo di Cordelia di Coven, ormai diventata la Suprema, ma che riprenderà anche il ruolo di Billie Dean di Murder House ma anche un terzo personaggio chiamato Venerable. Bates sarà Ms Meade, Leslie Grossman sarà Coco St. Pierre Vanderblit, Billie Lourd sarà Mallory, Adina Porter un personaggio chiamato Dinah Stevens e Emma Roberts sarà il personaggio di Coven Madison Montgomery.

Pose seconda stagione

pose data di partenzaLa seconda stagione di Pose (inedita in Italia) il racconto del mondo delle ball room di New York dove le famiglie omosessuali e transgender si scontrano per vincere trofei, farà un salto di un anno e arriverà a quel marzo del 1990 in cui Vogue di Madonna ha aperto gli occhi del mondo proprio su questo universo rimasto al lungo nascosto.

Vogue è l’esaltazione di una delle mosse tipiche del posing, quasi un simbolo di tutto questo movimento. Riuscirà Murphy a coinvolgere direttamente Madonna? se è difficile che la cantante possa apparire sullo schermo, Murphy farà di tutto per avere le sue canzoni, anche in virtù dell’amicizia nata dopo l’episodio tributo di Glee.

Per andare da A a B passereste prima per C? Se si perchè? e D? Non rischia di offendersi se non gli facciamo nemmeno un saluto? Ma soprattutto, che razza di bio è questa? Siete sicuri di volere una biografia? Mi trovate su Fb/tw/G+/pinterest/instagram/linkedIn come Riccardo Cristilli, il modo più semplice per farvi i fa....ehm conoscermi meglio. Per comunicati, eventi, news sulle serie tv scrivete a riccardo.cristilli@gmail.com o info@dituttounpop.it