The Good Doctor su Rai 2: una retrocessione inspiegabile

stasera in tv martedì 21 agosto
- Pubblicità -

The Good Doctor si sposta su Rai 2. La domanda è una sola perchè?

Update 25 dicembre: Tvblog rivela che la prima stagione di The Good Doctor sarebbe dovuta già andare su Rai 2 ed è stata quindi scippata la scorsa estate da Rai 1. Uno scenario non così assurdo considerando che le serie tv in prima serata su Rai 1 praticamente non esistono se non nella forma di soap spagnole o fiction italiane, ma che non giustifica la retrocessione. Sempre da Tvblog arriva l’indiscrezione che Amazon avrebbe preso i diritti streaming della serie e da febbraio inserirà in catalogo la prima stagione. Proprio quando la seconda dovrebbe iniziare su Rai 2.


Una voce impazzita e che sembrava impossibile, impensabile, ha iniziato a circolare proprio negli ultimi giorni: Rai 2 scippa The Good Doctor a Rai 1. Poteva sembrare assurdo, una battuta di un dicembre freddo con una Rai da dirigenti appena cambiati e pronta al nuovo corso politico – dirigenziale.

- Pubblicità -

Perchè sottrarre a Rai 1 il campione d’ascolti dell’estate 2018? La serie che ha spinto Canale 5 a portare in prima serata a dicembre la novità medical New Amsterdam con la prima metà di stagione andata in onda negli Stati Uniti su NBC.

Il tutto mentre le voci precedenti davano un The Good Doctor a gennaio il giovedì sera su Rai 1, per trasmettere le puntate appena trasmesse (da ottobre a dicembre) su ABC e dare così all’Italia i primi 10 episodi a poche settimane di distanza dagli USA. Una situazione irreale con le due ammiraglie conquistate dalla serialità USA in quasi contemporanea e in prima tv assoluta senza passaggi pay. Con storie adatte per il pubblico della tv in chiaro, rassicuranti ma non troppo, forti ma senza essere disturbanti. Due medical drama come The Good Doctor e New Amsterdam con una loro trama che percorre tutte le puntate legata ai protagonisti e i casi di puntata che permettono di guardare la serie quando è possibile.

Se gennaio poteva sembra un azzardo, bastava lasciare i 18 episodi della seconda stagione di The Good Doctor per 9 prime serate estive, tranquille, senza troppa concorrenza, con le famiglie di ritorno dal mare o dalla montagna, pronte a stringersi davanti alla storia del medico affetto da autismo interpretato da Freddie Highmore. Una storia di speranza, di forza di volontà, serena, positiva ma senza essere eccessivamente smielata, capace anche di momenti forti, di casi controversi, di tematiche importanti su cui poi discutere in famiglia.

Invece è arrivata la prova di forza della nuova Rai 2 di Carlo Freccero, evidentemente deciso a dare fin da subito una sua impronta. Così nella rete in cui i polizieschi imperversano, in cui NCIS va in onda a ogni ora, la casa italiana dei polizieschi CBS, arriva in prima serata un elemento estraneo come The Good Doctor, misteriosamente retrocesso forse per intercettare un pubblico più femminile e familiare per la rete. Magari più giovane rispetto a quello dei polizieschi alla NCIS, Criminal Minds, Elementary.

L’esperimento inizierà il 28 dicembre con la replica della prima stagione che andrà in onda fino al 1° febbraio. Una replica di The Good Doctor in prima serata su Rai2, per intercettare forse altro pubblico? per sperare di trovarne altro come se le varie reti fossero dei compartimenti stagni per cui il pubblico di Rai 2 questa estate non avesse potuto vedere la serie? Un’idea molto da vecchia tv e lontana dal 2018, dallo streaming, dalla possibilità di avere notizie, informazioni di qualsiasi tipo in ogni modo.

E poi arriverà la seconda stagione. Quando? non si sa. L’8 febbraio mantenendo la serata del venerdì dove saranno trasmesse le repliche o sarà spostata in un’altra serata? chi lo sa. Per saperlo bisognerà aspettare febbraio e sperare che le repliche non facciano flop.

Funzionerà la scommessa di Rai 2 e della Rai in genere di guardare più al dato complessivo di una serata dividendo l’offerta tra le reti, piuttosto che preservare il singolo prodotto?

- Pubblicità -