ZeroZeroZero, il trailer della serie di Stefano Sollima, prossimamente su Sky

ZeroZeroZero

ZeroZeroZero, la serie diretta da Stefano Sollima e tratta dal romanzo di Roberto Saviano, prossimamente su Sky Atlantic. Ecco il primo trailer

ZeroZeroZero è una delle serie più attese dei prossimi mesi. Il team produttivo è di stampo internazionale con Sky Studios (Italia, UK e Germania) che produce insieme a CANAL+ per la Francia e Amazon Prime Video per gli Stati Uniti. Cattleya e Bartlebyfilm coproducono e Studiocanal TV distribuisce negli altri mercati. La serie è composta da 8 episodi e arriverà prossimamente (nel 2020) su Sky Atlantic.

Anche il cast tecnico è di spicco, la serie infatti è stata creata da Stefano Sollima, scritta da Leonardo Fasoli, Mauricio Katz, Max Hurwitz e Maddalena Ravagli. La serie è tratta dal romanzo di Roberto Saviano, ed è diretta da Stefano Sollima, Janus Metz e Pablo Trapero. Sky in occasione della presentazione della serie al festival del cinema di Venezia, prevista per il 5 settembre, ha rilasciato il primo straordinario trailer.

ZeroZeroZero, la Trama

La serie segue il viaggio di un carico di cocaina, dal momento in cui un potente clan della
‘ndrangheta decide di acquistarlo fino a quando viene consegnato e pagato.

Attraverso le storie dei suoi personaggi, ZeroZeroZero getta luce sui meccanismi con cui
l’economia illegale diventa parte dell’economia legale e come entrambe siano collegate a
una spietata logica di potere e controllo che influenza le vite e le relazioni delle persone: i
cartelli messicani che gestiscono la produzione di droga, le organizzazioni criminali italiane
che ne amministrano la distribuzione in tutto il mondo, e le compagnie americane, al di
sopra di ogni sospetto, che controllano la quantità apparentemente infinita di denaro
coinvolta in questo giro di affari.

Un’epica lotta per il potere si scatena coinvolgendo tutti i livelli di questa gigantesca
piramide criminale, dallo spacciatore all’angolo della strada fino al più potente boss della
malavita organizzata internazionale – i loro introiti e le loro stesse vite sono in pericolo.

Il trailer

ZeroZeroZero – Il trailer della serie diretta da Stefano Sollima e ispirata al libro di Roberto Saviano

Se guardi attraverso la cocaina puoi vedere il mondo.#ZeroZeroZero, diretta da Stefano Sollima e tratta dall’omonimo libro di Roberto Saviano. Prossimamente su #Sky #Venezia76

Publiée par Sky Atlantic Italia sur Vendredi 30 août 2019

ZeroZeroZero, curiosità

La produzione della serie ha subito vari problemi nei mesi scorsi. Secondo Variety la produzione si è dovuta fermare per mesi in seguito a un infortunio subito da Andrea Riseborough. Oltre che per tensioni politiche in Messico.

Riseborough si è infortunata durante le riprese in Marocco, avvenute ormai l’anno scorso. Secondo Riccardo Tozzi, fondatore di Cattleya, l’infortunio era lieve, un evento che può accadere a tutti. Marco Chimenez di Cattleya ha infatti dichiarato che non è stato necessario nessun intervento, “è stato doloroso ma si è risolto tutto con mesi di riposo e fisioterapia“.

Per quanto riguarda invece le tensioni politiche in Messico, non riguardavano in se la produzione, ma i ritardi sono stati causati dal clima generale in seguito alle elezioni generali del 2018. E’ intervenuto pure l’ambasciatore italiano, ma alla fine la produzione ha dovuto cercare altre location per le scene in Messico.

Parlando di cose più piacevoli, ZeroZeroZero è un progetto globale molto ambizioso. La serie ha girato in tanti paesi: New Orleans, Louisiana, Messico, Calabria, Marocco e Senegal. E la produzione si sarebbe conclusa a marzo.

ZeroZeroZero, oltre a Francia (Canal+, più paesi francofoni di Europa e Africa), Regno Unito, Germania, Austria, Italia e Stati Uniti (amazon Prime Video, più Canada, Spagna e America Latina), andrà in onda in Europa sui servizi streaming HBO nei paesi in cui è presente (Norvegia, Svezia, Danimarca, Finlandia e i paesi dell’est Europa).

Il cast

Nel cast internazionale della serie, in otto episodi, ci sono Andrea Riseborough, Dane DeHaan, Gabriel Byrne, Giuseppe De Domenico, Adriano Chiaramida, Harold Torres, Tcheky Karyo e Francesco Colella.