Afghanistan. Di Guerra in Guerra il documentario su Rai 3 venerdì 3 dicembre

Afghanistan
- Pubblicità -

Afghanistan. Di Guerra in Guerra su Rai 3 il documentario che racconta la storia del paese venerdì 3 dicembre in prima serata

Una serata tra storia, cultura e tradizioni venerdì 3 dicembre su Rai 3 in prima serata dalle 21:25. Stasera in tv il documentario Afghanistan. Di Guerra in Guerra che racconta la storia del tormentato paese passato tra diverse guerre e oggi preda dei talebani.

Si tratta della seconda parte del documentario trasmesso la scorsa settimana sempre dedicato all’Afghanistan e recuperabile su RaiPlay dove sarà possibile vedere in streaming anche quello di questa sera. Dalla guerra civile tra mujaheddin all’ascesa dei talebani, dall’invasione americana al ritorno dei talebani a Kabul.

- Pubblicità -

Il tema del documentario

L’appuntamento di stasera in tv su Rai 3 venerdì 3 dicembre Afghanistan. Di Guerra in Guerra è una coproduzione internazionale che prova a raccontare l’Afghanistan. Quando l’Armata Rossa si ritira dal paese, le tensioni esistenti tra i diversi gruppi etnici e le fazioni dei mujaheddin scatenano lo scoppio della guerra civile afgana, favorendo l’affermazione del regime dei talebani. Sotto il loro dominio, l’Afghanistan diventa uno stato violento, repressivo e soprattutto un campo di addestramento di Al Quaeda, la rete terroristica finanziata da Bin Laden.

Il documentario mostrerà le testimonianze di chi ha vissuto sulla propria pelle la sofferenza e il dolore di questi anni, tra cui Shukria Barakzai, che insegnava in una scuola clandestina per ragazze, Heela Najibullah, figlia dell’ultimo presidente comunista dell’Afghanistan e Nadia Ghulam, la ragazza che ha dovuto fingere di essere un ragazzo per mantenere la sua famiglia durante l’era talebana.

Dopo l’attentato dell’11 settembre alle Torri Gemelle gli Stati Uniti invadono il paese. Molti afgani hanno sperato in un futuro di pace e democrazia, ma le speranze hanno avuto vita breve, come testimoniano, tra gli altri, il generale americano Stanley McChrystal, il ministro delle finanze talebano Agha Jan Motasim e Nilufar Ibrahimi, che divenne medico e, più tardi, uno dei membri femminili del Parlamento afgano.

- Pubblicità -