All or Nothing Juventus una docu-serie costruita sulla fiducia con immagini inedite

All or Nothing Juventus
- Pubblicità -

All or Nothing Juventus la presentazione della docuserie di Amazon Prime Video

Mercoledì 17 novembre è stata presentata in modalità virtuale la prima declinazione italiana del format sportivo di Amazon Prime Video All of Nothing. Il format ha già mostrato i dietro le quinte del Tottenham di Mourinho, del Manchester City, di squadre di hockey e per la prima volta ha al centro una squadra italiana: la Juventus.

All or Nothing Juventus ha avuto accesso esclusivo alla squadra durante la stagione calcistica scorsa quella 2020/21 portando gli spettatori dentro la squadra. La docuserie arriva su Amazon Prime Video il 25 novembre. Moderato da Giulia Mizzoni, l’incontro ha visto la partecipazione di Pavel Nedved, Vice Presidente Juventus, Giorgio Ricci, Chief Revenue Officer Juventus, Nicole Morganti, Head of Italian Originals, Amazon Studios e Dante Sollazzo, Head of Unscripted Originals, Amazon Studios, Italia.

- Pubblicità -

All or Nothing Juventus le dichiarazioni dalla conferenza stampa

Nicole Morganti: “All or Nothing è uno dei format più complicati che si possa immaginare. In primo luogo per quanto devi girare, quindi abbiamo voluto dimostrare come si possano fare in Italia prodotti di successo e forti anche a livello internazionali. All or Nothing è un format sullo sport con varie declinazioni per raccontare il paese. Quindi in Italia era importante raccontare il calcio. Un progetto in cui c’è bisogno di grossa fiducia da parte della squadra che partecipa. La strategia Amazon è quella di raccontare i talent in modo inedito per dare contenuti unici. Questo racconto non è solo per i fan della Juventus o per chi viene a vedere la Champions ma è trans-generazionale, si rivolge a tutti. Scegliere la Juventus è tutt’altro che qualcosa di facile, abbiamo parlato la prima volta a marzo 2019, abbiamo subito chiarito che non volevamo fare qualcosa di già visto.”

“Lo sport è importantissimo per noi, cerchiamo di creare contenuti Premium, avremo tanti altri contenuti ma non posso ancora anticipare nulla, l’obiettivo è sempre raccontare mondi inesplorati e i beniamini”.

Pavel Nedved: “è bello poter raccontare una società e una squadra di calcio nel suo complesso, è stata un’annata bella, con un allenatore esordiente, con ancora Cristiano Ronaldo, una stagione comunque complessa ma in cui abbiamo portato a casa due trofei. Era arrivato il momento di un ricambio generazionale un passaggio tra il passato e il futuro del club. Credo siamo in fase di partenza per avere il giusto mix.” “La Juventus è nata per vincere e guardando al futuro bisogna puntare sui giovani”.

Il futuro dell’intrattenimento sportivo

Dante Sollazzo: “siamo partiti da quello che hanno fatto negli altri paesi e in particolare in Regno Unito, abbiamo girato 40 settimane avevamo tante ore di girato, a tutto questo si è aggiunto il Covid che ci ha imposto di vivere in bolle produttive, abbiamo fatto circa 6000 tamponi. Quello che i nostri colleghi ci hanno detto che era la chiave per il successo di questo format, era la fiducia con la squadra. Una fiducia che ci siamo guadagnati nel tempo. Indubbiamente è più facile ridere dopo la vittoria, è più difficile dopo una sconfitta. Alla lunga sono stati i giocatori, i dirigenti, i lavoratori a invitarci, a suggerirci di fare cosa. Addirittura siamo entrati nelle case, come fare un albero di Natale a casa Buffon-D’Amico. Abbiamo pensato che fosse utile raccontare la Juventus da diversi punti di vista. Abbiamo voluto aprire delle finestre sui tifosi, non solo i più sfegatati.

Giorgio Ricci: “tutto ormai è intrattenimento, la Juventus fa intrattenimento con le sue squadre ma è anche parte del mondo dell’intrattenimento con contenuti diversi. C’è una contaminazione continua tra vari mondi dell’intrattenimento. Il fatto che le nuove generazioni stanno cambiando il modo di fruire il calcio è evidente quindi ci dobbiamo aprire a una modalità diversa di interazione.”

Come vedere la docuserie

La docuserie dal 25 novembre è nel catalogo di Amazon Prime Video disponibile per tutti in streaming. All or Nothing è inclusa nel costo dell’abbonamento a Prime di 35 euro l’anno che permette anche di vedere una partita di Champions League a turno. Inoltre tra i Channels di Amazon è inoltre possibile abbonarsi al canale Juventus.

- Pubblicità -