Alla Salute, su laF il film documentario: la cucina come ricerca della felicità dopo la malattia

alla salute

Alla Salute su laF lunedì 2 settembre alle 21:10

È possibile essere felici anche se gravemente malati?

Roy Paci, Paola Maugeri, Don Pasta, Simone Salvini e Diego Rossi hanno collaborato ai fornelli

La battaglia contro il cancro del food performer Nick Difino diventa un’analisi alla ricerca della felicità. “È possibile essere felici anche se gravemente malati?”: questa la domanda da cui prende il via il racconto di “Alla Salute”, documentario vincitore del Premio del Pubblico e del Lifetales Award al Biografilm Festival 2018, presentato al Toronto Hotdocs 2019 e in onda in prima tv assoluta su laF (Sky 135) lunedì 2 settembre alle ore 21:10.

Il film racconta la storia di Nick Difino, food performer pugliese a cui viene diagnosticato il cancro nel febbraio 2015, e il suo percorso per combattere la malattia attraverso il sostegno degli amici più intimi, come l’infermiere Nicola e la migliore amica Lella, e la grande passione per la cucina.

Diretto da Brunella Filì, regista barese e amica personale del protagonista, il documentario nasce dall’esigenza di Nick di raccontare, fin dal momento della diagnosi, quanto gli stava succedendo e allo stesso tempo di reagire alla notizia che gli aveva appena sconvolto la vita. La pellicola alterna riprese in soggettiva e video-selfie di Nick agli interventi di alcuni dei suoi più cari amici, come il musicista Roy Paci, la giornalista Paola Maugeri, l’attivista del cibo Don Pasta e gli chef Simone Salvini e Diego Rossi, che si mettono ai fornelli per cucinare le ricette citate di volta in volta da Nick e raccontare la propria versione di questa vicenda che li ha coinvolti personalmente.

Il risultato non è però un racconto della malattia, bensì di vita: sebbene raccolga anche i momenti drammatici, il film, grazie alla leggerezza e all’ironia che non abbandonano mai il protagonista, trasforma la lotta contro il Linfoma non-Hodgkin in un’occasione per indagare cosa sia realmente la felicità.

Nick rifiuta di dover rinunciare a ciò che ama di più e, nonostante le gravi difficoltà e una crisi d’identità che lo assale dopo la trasformazione fisica a cui è sottoposto, nella fase più acuta della malattia riesce addirittura a condurre il programma televisivo “Vegetale” insieme allo chef vegano Simone Salvini. Proprio la cucina diventa quindi lo strumento per
creare la propria “ricetta della felicità”, realizzando piatti gourmet e interrogandosi al contempo sull’amore, sul rapporto con i propri cari, sui piaceri della vita e anche sul tema della morte.