Antonino Chef Academy terza edizione, i ragazzi in gara (aggiornato)

Antonino chef academy 3
- Pubblicità -

Antonino Chef Academy terza edizione su Sky Uno dal 29 agosto anche on demand e in streaming su NOW

Terza edizione per la scuola di cucina Antonino Chef Academy guidata dal prof. Antonino Cannavacciuolo. Sei puntate in cui 10 giovani cuochi con già alcune esperienze sulle spalle e tanta voglia di imparare, si mettono in gioco tra lezioni e test per ottenere la vittoria e un posto nella cucina di Villa Crespi di Cannavacciuolo.

La terza edizione di Antonino Chef Academy è su Sky Uno ogni domenica alle 21:15 dal 29 agosto ma anche on demand (disponibile in anteprima per i clienti Extra) e su NOW in streaming. Prossimamente sarà in chiaro su Tv8.

- Pubblicità -

I Concorrenti di Antonino Chef Academy

Ecco l’elenco dei i concorrenti della terza edizione di Antonino Chef Academy

  • Antonella Rocco 21 anni di Palermo: diplomata in servizi dell’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera, ha un attestato di intaglio thailandese e attestati per aver partecipato alle competizioni nazionali organizzate dalla Federazione Italiana Cuochi; ha avuto diverse esperienze soprattutto in Sicilia.
  • Erion Fishti 23 anni di Montescaglioso (MT): molto competitivo ama la cucina grazie alla nonna, ha avuto esperienze in sala e al bancone dei cocktail, è di origini albanesi, diplomato alla Scuola Superiore IPSEOA A. Tuti di Matera, ha frequentato l’ALMA, Scuola Internazionale di Cucina Italiana, e avuto diverse esperienze lavorative.
  • Fabiana Quadrelli 23 anni di Bari: nasce come pasticcera ma non disdegna la cucina salata, nonostante sia da sempre amante della cucina, ha studiato al liceo scientifico per poi seguire la sua passione e preferire un corso di Alta Pasticceria all’università. Ha già avuto diverse esperienze lavorative.
  • Gabriele Gambarelli 22 anni Montecchio Emila (RE): ha imparato a cucinare grazie alla nonna e al Manuale di Nonna Papera. È diplomato all’istituto alberghiero G. Magnaghi di Salsomaggiore Terme. Sono seguiti corsi, stage e diverse esperienze lavorative.
  • Patrizio Cafiso 21 anni Ragusa: sempre con la battuta pronta, è un cuoco che ama le tradizioni della sua terra, la Sicilia, pur avendo viaggiato molto sia per piacere sia per lavoro: ha vissuto in Turchia, è stato in Germania, Lussemburgo, Isole Canarie, mentre negli ultimi due anni ha lavorato a Vienna. Patrizio è figlio d’arte: la passione per la cucina nasce infatti grazie a sua madre cuoca. È diplomato alla Scuola Alberghiera presso l’Istituto di Istruzione Superiore Galileo Ferraris di Ragusa. Ha frequentato diversi corsi e lavorato in numerose strutture.
  • Sebastiano Zorgo 21 anni Casale Monferrato (AL): diplomato all’Istituto alberghiero, ha conseguito il terzo livello dell’Associazione Italiana Sommelier. Ha già esperienze lavorative in ristoranti stellati.
  • Vivien Aglini 23 anni Calcio (BG): nato in Costa D’Avorio, Vivien è stato adottato da una famiglia italiana all’età di 4 anni. Diplomato presso l’IPSSAR San Pellegrino Terme, ha due attestati di qualifica cuoco e diverse esperienze lavorative in tutta Italia, anche in ristoranti stellati.
  • Giulia Ferretti, 22 anni di Arezzo, ama la natura e i prodotti genuini della sua terra, è appassionata di cucina sin da piccola: per lei cucinare vuol dire casa, famiglia, le feste e le grandi tavolate con i piatti preparati dalla mamma e dalla nonna, paese e tradizione. La sua cucina parte dalla tradizione, è genuina, semplice e legata al territorio, prediligendo i prodotti a chilometro zero, ma non le mancano tecnica e creatività: le piace infatti sperimentare e si aggiorna costantemente. Ha ottenuto il diploma dei servizi e dell’ospitalità alberghiera, a Chianciano Terme, e il diploma ALMA. Diverse esperienze lavorative all’attivo, anche in Canada e Spagna. Entrata nella terza puntata

Gli eliminati

  • Darlyn Malbran 23 anni di Genova: di origini cilene, creativa e ama sperimentare è diplomata all’alberghiero e all’Accademia della Marina Mercantile “Cuoco di bordo”, ha avuto anche esperienza in alcuni ristoranti di Genova. Eliminata prima puntata
  • Nicolò Cacciatori 20 anni Desenzano del Garda (BS): è il più giovane della classe di quest’anno.  È attento all’estetica, sia nel suo look che nell’impiattamento. Ha frequentato la Scuola alberghiera di Desenzano del Garda, quindi ha lavorato per diverse strutture della sua zona. Eliminato seconda puntata
  • Fabio Nizi, 22 anni di Roma, invece, si è avvicinato alla cucina grazie alle nonne, è pragmatico e determinato e non ama perdere tempo. Pratica diversi sport e per lui l’idea di squadra, così come quella di brigata, è fondamentale. Ama studiare gli alimenti e gli abbinamenti, gli piacciono i sapori intensi, forti e piccanti. La sua cucina è ricca di sapori etnici senza però dimenticare le tradizioni della cucina regionale italiana, in particolare quella laziale, le sue origini. Si è diplomato al liceo scientifico e ha seguito poi un corso professionale da Chef a Roma, dove ha lavorato presso diverse strutture. Eliminato terza puntata nella sfida d’ingresso.
  • Luca Guidetti 23 anni Savona: ama pescare, è un talento nella cucina di pesce, legato al territorio e alla cultura gastronomica ligure, ai suoi prodotti e alla stagionalità. Dopo il diploma all’Istituto Alberghiero A. Migliorini di Finale Ligure, ha lavorato presso diversi ristoranti, anche stellati. Eliminato terza puntata

Vincitore

Chi sarà il vincitore della nuova edizione? La prima è stata vinta da Davide Marzullo, 23enne di Saronno, la seconda da Francesca Stabile.

Le prove

In questa nuove stagione di Antonino Chef Academy tornano le tre tipologie di prove sulle quali gli chef in gara dovranno sfidarsi. Al termine, in base alla classifica finale, colui che avrà totalizzato il voto più basso sarà costretto ad abbandonare l’Accademia.

  • TECNICHE DI CUCINA: gli studenti dovranno mettere in pratica le tecniche basilari della cucina insegnate da Chef Antonino. Ognuno di loro, alla propria postazione, dovrà realizzare un piatto in base a quanto appreso dalla lezione. Al termine del tempo a disposizione e dopo l’assaggio di chef Cannavacciuolo, verrà assegnato il voto.
  • TEST FUORI SEDE: in una location esterna gli sfidanti, suddivisi in piccoli gruppi e alla presenza di dell’ospite che affiancherà chef Cannavacciuolo, dovranno mettere alla prova le loro abilità professionali. Al termine della prova ogni team riceverà il voto sulla prova.
  • TEST DI APPROFONDIMENTO: una manche individuale vedrà coinvolti i ragazzi in una sfida sulle nozioni apprese durante la lezione specialistica tenuta da un “professore” ospite. Gli studenti, sotto la supervisione di Antonino, affronteranno l’ultimo giudizio, che non verrà svelato ma annotato su un registro per arrivare così al verdetto finale.
- Pubblicità -