Astolfo al cinema: un film delicato per cuori giovani – La recensione

Astolfo

Astolfo perchè andare a vederlo al cinema, la trama

Astolfo è una sorpresina tutta italiana. Si tratta di una produzione italo-francese di Bibi Film con RAI Cinema, è distribuito da Lucky Red ed è diretto da Gianni Di Gregorio, che ne ha curato anche il soggetto e la sceneggiatura (insieme a Marco Pettenello). Presentato in anteprima alla Festa del cinema di Roma, sezione Grand Public, Astolfo è uscito al cinema nelle sale italiane dal 20 ottobre 2022.

Non aspettatevi grandi eventi ed emozioni esplosive: la forza di questo film sta tutta nelle piccole cose. “Delle varie forze che governano il mondo, la più forte è l’amore” queste sono le premesse di Astolfo, storia di un pensionato da cui prende il titolo. La storia inizia in sordina. Astolfo ha ormai rinunciato alla vita. Le sue aspettative sono al minimo, le sue prospettive pure. Un brutto giorno, il pensionato disilluso viene sfrattato dal suo appartamento di Roma.

Costretto dagli eventi, decide di rifugiarsi nella sua vecchia casa di famiglia. Niente di scintillante, anzi: un vero e proprio rudere in un paesino di provincia nel centro Italia. Un palazzo nobiliare che il tempo ha piegato. Proprio come lui. La vita in provincia, però, gli sembra incredibilmente deprimente. Si arrangia, litiga col sindaco, ritrova persone del passato, decide, per arrotondare, di accogliere dei coinquilini. La vita, però, ha ancora qualche asso nella manica da riservare al nostro Astolfo. Mentre combatte con la vita, infatti, proprio la vita mette sulla sua strada Stefania. La donna ha la sua stessa età, e i due decidono coraggiosamente di imbarcarsi in una storia d’amore difficile, complicata ma anche molto bella e vera.

L’eroe malinconico e la speranza che non muore

Il nome Astolfo non è certo un caso. Ha echi ariosteschi. Astolfo era nella letteratura cavalleresca un uomo dotato di un enorme spirito di avventura, bizzarro, arguto, focoso, coinvolto in imprese incredibili. L’Astolfo della nostra storia è all’opposto. Ma qualcosa gli farà intraprendere un percorso di scoperta e di rimessa in discussione. L’amore salva.

Banale? Certo, ma anche molto bello da vedere e da credere. Quando si tratta di storie d’amore, alle soglie del 2023, dire qualcosa di nuovo è difficile (se non impossibile). La differenza sta dunque nei modi. Gianni Di Gregorio ci porta nell’universo malinconico del suo eroe pensionato e ci mostra con delicatezza i mille modi in cui la vita può ancora stupire i cuori giovani di chi ha il coraggio di crederci. La vita non è finita finché non è finita. 

Il trailer di Astolfo da vedere al cinema

 

Il cast

Il cast di Astolfo è guidato da Gianni Di Gregorio che interpreta il protagonista, accanto a lui Stefania Sandrelli nei panni di Stefania. E poi nel cast troviamo Alberto Testone, Mauro Lamantia, Alfonso Santagata, Agnese Nano, Simone Colombari, Andrea Cosentino, Biagio Forestieri, Mariagrazia Pompei e Francesca Ventura.

Priscilla Lucifora
Priscilla Lucifora
Siciliana a Milano. Classe 1994. Formazione umanistica e una grande fascinazione per moda, cultura pop e costume. Il mio film preferito è Matrix. Grande fan di tutto ciò che è contemporaneo.
Astolfo era nella letteratura cavalleresca un uomo dotato di un enorme spirito di avventura. L'Astolfo della nostra storia è all'opposto. Ma qualcosa gli farà intraprendere un percorso di scoperta e di rimessa in discussione. L'amore salva. Banale? Certo, ma anche molto bello da vedere e da credere.Astolfo al cinema: un film delicato per cuori giovani - La recensione