Bandidos, il primo film di Max Dillman in onda il 21 marzo in prima tv su Cine34

bandidos

Bandidos, su Cine34 arriva lo spaghetti-western in prima tv, sabato 21 marzo alle 21:10

Il canale del cinema italiano ha preparato una sorpresa per gli amanti dei vecchi film italiani spaghetti-western. Sabato su Cine34 (canale 34 del digitale terrestre) andrà in onda in prima tv il film, «Bandidos», l’appuntamento è previsto per le 21:10.


Il film, mai trasmesso in TV, è uscito nei cinema italiani nel 1967, anno in cui in Medioriente si consumava la Guerra dei sei giorni. Quando il Festival di Venezia era presieduto da Alberto Moravia (Leone d’Oro a Belle de jour, di Luis Buñuel).

Bandidos, la trama

Il pistolero Richard Martin (Salerno) perde l’uso delle mani, durante uno scontro a fuoco con lo spietato Billy Kane (Marco Guglielmi). La rivincita arriverà anni dopo, quando Martin organizza uno spettacolo nel selvaggio West e insegna l’arte della sparatoria al fuggitivo Ricky Shot (Terry Jenkins). Rintracciato Kane, la vendetta sarà sorprendente e spettacolare…

Curiosità

Erano anni d’Oro per il cinema made in Italy, un’industria molto vivace e innovativa, dove prendono piede diversi filoni. All’inizio, come imitazione degli analoghi statunitensi, poi con tratti del tutto originali: Peplum, Poliziottesco e, soprattutto, Spaghetti Western, che in breve guadagna fama internazionale.

Bandidos è il primo film di Max Dillman, regista milanese morto a soli 59 anni per un incidente stradale. Alias di Massimo Dallamano, inizia la carriera come documentarista e, nel 1945, a Piazzale Loreto, filma il cadavere di Mussolini, con la Petacci e gli altri gerarchi fucilati a Dongo. È stato direttore della fotografia per Sergio Leone, nei capolavori Per un pugno di dollari e Per qualche dollaro in più, con lo pseudonimo di Jack Dalmas.

Il film vede protagonista Enrico Maria Salerno, attore considerato tra i più completi e versatili nella storia dello spettacolo italiano: un percorso artistico che lo ha visto spaziare dalla commedia al dramma, dal cinema d’impegno a quello di genere, in teatro e in televisione, con risultati sempre eccellenti.