Belve su Rai 2 gli ospiti della puntata di venerdì 28 maggio

Belve
- Pubblicità -

Belve il programma di interviste di Francesca Fagnani gli ospiti della puntata su Rai 2 di venerdì 21 maggio

Prosegue l’appuntamento con Belve di Franceca Fagnani nella seconda serata di Rai 2 dopo le serie tv intorno alle 23. Nuovi ospiti venerdì 28 maggio disposti a sottoporsi alle interviste sviluppate per raccontare “belve” determinate, indomabili, ambiziose, tormentate, ironiche, donne dal vissuto straordinario, che hanno giocato all’attacco e mai da gregarie. Hanno scelto: nel bene e nel male. Hanno lottato per affermarsi senza aspettare la loro quota rosa.

Belve è un programma ideato e condotto da Francesca Fagnani, che intervista in un faccia a faccia senza intermediazioni, donne disposte a mettersi davvero in gioco, a svelarsi, rispondendo alle domande secche, irriverenti, graffianti e senza fronzoli della conduttrice. Tanti volti femminili e due maschili. Un corpo a corpo dell’intervistata e della conduttrice, sedute una davanti all’altra, occhi negli occhi. Il programma è formato da 10 puntate anche in streaming su RaiPlay.

- Pubblicità -

Ospiti della terza puntata

Le belve del 28 maggio sono Sabina Began e Barbara Alberti che saranno intervistate da Francesca Fagnani.

Sabina Began è famosa per essere l’organizzatrice delle feste di Silvio Berluscini, scomparsa da tv e giornali ormai da anni, condannata per induzione e sfruttamento della prostituzione dopo il processo sulle escort. Began ha lasciato l’Italia e cambiato vita e torna oggi a raccontarsi per la prima volta.

Barbara Alberti è da sempre l’intellettuale più anticonformista e bohèmienne del panorama italiano, diretta, quasi feroce, politicamente scorretta, nessuno sfugge alle sue critiche.

La struttura di Belve

Scritto da Fagnani con Calro Puca e Costanza Melani e la regia di Flavia Unfer, Belve nell’approdo su Rai 2 conquista un nuovo set, con una scenografia minimal che richiama l’eleganza notturna della pantera, animale scelto anche per animare una grafica ideata e pensata per richiamare la sensualità e la forza dell’indipendenza femminile.

All’interno dello studio due sgabelli non troppo comodi e un allestimento pensato per non mettere a proprio agio gli ospiti dando vita a un incontro teso o complice, profondo o divertente a seconda dei casi.

- Pubblicità -