Bob Odenkirk sta meglio “ho avuto un attacco di cuore” scrive sui social (aggiornamento 31 luglio)

better call saul 5
Photo Credit: Greg Lewis/AMC/Sony Pictures Television
- Pubblicità -

Better Call Saul il protagonista Bob Odenkirk si sente male sul set e viene portato all’ospedale. Gli aggiornamenti

Aggiornamento 31 luglio: scrive sui social Bob Odenkirk per rassicurare i fan che ringrazia per tutto l’affetto “ho avuto un piccolo attacco di cuore ma sto meglio grazie a Rosa Estrada e ai dottori che hanno saputo come aggiustarmi senza intervento chirurgico. Ringrazio anche AMC e Sony per il loro supporto, mi prenderò una pausa ma tornerò presto“.

- Pubblicità -

Aggiornamento 29 luglio: secondo un comunicato AMC Bob Odenkirk è stabile e sotto controllo dopo un “problema legato al cuore” che però non è stato specificato. Nelle ultime ore sono arrivati diversi messaggi di affetto e di pronta guarigione dai suoi colleghi e il nipote su Twitter ha scritto “andrà tutto bene”.

 

Il risveglio per i fan di Better Call Saul e Breaking Bad è stato un po’ brusco. L’attore Bob Odenkirk di 58 anni è attualmente ricoverato in un ospedale di New Mexico dopo esser collassato sul set della serie. Al momento non sono stati rivelati dettagli sulla sua condizione di salute.

Secondo quanto i media americani, con il sito di gossip TMZ che ha dato la notizia per primo, Bob Odenkirk si sarebbe accasciato sul set subito circondato da colleghi e membri del set. Immediatamente è stata chiamata un’ambulanza e l’attore di 58 anni è stato trasportato in ospedale. Non è chiaro se fosse o meno cosciente.

Bob Odenkirk sta girando la sesta e ultima stagione della serie prequel spinoff di Breaking Bad Better Call Saul prodotta da AMC (e in Italia su Netflix). Dopo il ritardo dovuto al Covid, la serie era finalmente tornata sul set per girare gli ultimi 13 episodi attesi nel primo trimestre del 2022, come svelato recentemente da Ed Carroll di AMC Networks.

La serie è creata da Vince Gilligan che ha firmato un nuovo accordo con Sony Pictures Television che produce la serie “ho valutato le mie possibilità per 20 secondi poi ho deciso di rinnovare l’accordo, Sony è stata sempre generosa con me, è il luogo ideale dove lavorare” ha commentato Gilligan al momento della firma. Naturalmente oltre a terminare Better Call Saul Gilligan si occuperà di realizzare nuovi progetti.

Better Call Saul ha finora ottenuto 40 nomination agli Emmy vincendo però soltanto due premi per il corto spinoff Employee Training. Quest’anno, non essendo andata in onda, non fa parte delle serie nominate agli Emmy (qui le candidature). Ovviamente, sperando che Odenkirk si rimetta il più rapidamente possibile, tornando sul set della serie, l’ultima stagione sarà tra le serie nominate la prossima stagione.

- Pubblicità -