CBS Studios ordina una miniserie tratta dal libro dell’ex direttore FBI, James Comey – il cast

Serie tv James Comey

CBS sta sviluppando una miniserie tratta da un libro dell’ex direttore FBI, James Comey con Jeff Daniels (Comey), Brendan Gleeson (Trump) e altri nel cast.

CBS Studios ieri ha annunciato una delle miniserie che sicuramente farà parlare di se quando andrà in onda. La casa di produzione ha ordinato una miniserie in quattro parti che trae ispirazione dal libro “A Higher Loyalty: Truth, Lies and Leadership” di James Comey, ex-direttore del FBI (2013/17) che è stato al centro dell’attenzione per gli scontri con Trump e la questione delle mail di Hillary Clinton riaperta proprio in piena campagna elettorale del 2016.


Ad interpretare James Comey sarà Jeff Daniels. Comey nel suo libro racconta del suo periodo come direttore dell’FBI, del suo ruolo nel cambiare la legislazione sulla tortura e la sorveglianza elettronica, del caso delle mail di Hillary Clinton quando era Segretario di Stato, e i possibili collegamenti tra la campagna elettorale di Trump e la Russia, questione che ha messo fine al suo mandato come direttore FBI.

La serie però si concentrerà particolarmente sul rapporto tra James Comey e l’attuale Presidente, Donald Trump. Le riprese inizieranno a novembre e la serie debutterà prossimamente o su Showtime o su CBS All Access o entrambi, parte del gruppo CBS.

Nella serie ci sarà anche Brendan Gleeson, che interpreterà il Presidente Donald Trump, una personaggio predominante nella miniserie, e pare che l’attore irlandese sia stato scelto perchè somiglia molto fisicamente al Presidente Trump.

Nel cast sono stati annunciati anche Michael Kelley, non nuovo ai drammi politici dopo House of Cards, e Jennifer Ehle. Kelley interpreterà l’attuale direttore del FBI, Andrew McCabe, Jennifer Ehle sarà invece Patrice Comey la moglie di James.

La questione Comey vs Trump

Il titolo del libro fa riferimento al fatto che Trump avrebbe chiesto al direttore del FBI assoluta lealtà nelle indagini che riguardavano Michael Flynn, ex consigliere sulla sicurezza nazionale di Trump, sulla possibile interferenza della Russia nelle elezioni del 2016. Secondo Comey, quando lui si è rifiutato di dare il suo appoggio su questa questione e sul continuare a indagare sulla questione delle e-mail di Hillary Clinton, Trump lo avrebbe licenziato. Il libro, a oggi, ha venduto più di due milioni di copie.