Clandestino – Mafie Italiane, su NOVE David Berian racconta la criminalità in Italia

Mafie italiane

Clandestino – Mafie Italiane le inchieste di David Berian su Nove

David Berian arriva in Italia per indagare sulle organizzazioni criminali del nostro paese. Su Nove da lunedì 11 novembre in 3 appuntamenti da 90 minuti arriva Clandestino – Mafie Italiane prodotto da 93 metros per Discovery Networks International.


Le inchieste del documentarista spagnolo sono in onda su Nove, canale 9 del digitale terrestre, su Sky Canale 149 e Tivùsat Canale 9 disponibili su DPlay nella versione Free dopo la messa in onda e nella versione a pagamento DPlay Plus già disponibili.

Dopo Baby Camorra, sulla nuova mafia napoletana gestita da giovanissimi boss dal grilletto facile Nove Racconta propone un nuovo ciclo di inchieste sulla criminalità organizzata in Italia

Il racconto di Clandestino – Mafie Italiane si focalizzerà sulle maggiori organizzazioni criminali attive nel nostro paese, ‘Ndrangheta, Cosa Nostra e Sacra Corona Unita, che sono anche tra le più diffuse al mondo. Il reporter spagnolo, tra i più autorevoli giornalisti d’inchiesta europei che da anni indaga sui meccanismi dei più grandi cartelli del narcotraffico mondiale, ha girato per mesi in Italia con la sua troupe, spesso sotto copertura, per portare alla luce rivelazioni scioccanti su questi mondi criminali tutti italiani.

Si parte dall’episodio che si focalizza sulla ’Ndrangheta: Beriain proverà a spiegare come questa sia riuscita a costruire il più grande impero europeo di spaccio di cocaina. Un’immersione senza precedenti dentro la più impenetrabile mafia italiana, organizzazione che muove fino a 40.000 milioni di euro e controlla l’80% del traffico di cocaina in Europa, i cui ricavi valgono fino al 3% del Pil italiano. Nata nei territori più poveri della Calabria, oggi la capitale della ‘Ndrangheta è Milano, uno dei centri economici e finanziari del mondo dove l’organizzazione reinveste i milioni provenienti dai traffici illeciti.

Beriain aprirà una finestra anche sui rituali e sull’organizzazione interna della ‘Ndrangheta, basata sui legami di sangue che la rendono totalmente ermetica, che lui stesso potrà testimoniare attraverso l’incontro con esponenti di un potentissimo clan in Lombardia e in Calabria e con un capo-clan latitante. Ci saranno inoltre le testimonianze del presidente della Commissione Antimafia di Milano David Gentili, di una “pentita” calabrese, ex bambina della ’Ndrangheta, che è oggi la prima testimone protetta del nord Italia, di un killer professionista affiliato da più di 30 anni.

Nelle puntate successive si parlerà dei nuovi mercati illeciti coperti da Cosa Nostra (18 novembre alle 21:25) e di come la Sacra Corona Unita maneggi il traffico di armi, droghe ed immigrati illegali (25 novembre alle 21:25).