Torna Detto Fatto, da mercoledì 9 dicembre con Bianca Guaccero e una nuova linea editoriale

detto fatto
- Pubblicità -

Detto Fatto riparte su Rai 2 mercoledì 9 dicembre alle 15:15 ecco i nuovi temi

Detto Fatto torna in onda su Rai 2 mercoledì 9 dicembre alle 15:15 dopo la pausa forzata a seguito delle polemiche per un tutorial sulla seduzione mentre si fa la spesa che ha fatto il giro del web. Tra indignazione e censure esterne, in casa Rai hanno scelto la linea migliore: rimettere mano a un programma che ormai aveva il pilota automatico e riportarlo in onda, anche per non mettere in difficoltà i tecnici e i professionisti che vi stanno lavorando. Poi a settembre si vedrà.

Intanto Bianca Guaccero torna alla guida di Detto Fatto mercoledì 9 dicembre, appunto, con una nuova linea editoriale e una nuova guida. Gabriella Oberti figura interna alla Rai, capo struttura e responsabili di diversi progetti, tra cui Il collegio, seguirà la linea editoriale del programma. E al netto della sua bravura, non poteva essere altrimenti, impossibile immaginare un uomo alla guida del programma dopo le polemiche. Una scelta anche comunicativamente azzeccata.

- Pubblicità -

Detto Fatto ripristinerà la sua linea di tutorial al fianco del pubblico, proponendo soluzioni pratiche e idee innovative anche per affrontare la nuova quotidianità dettata dal particolare momento che stiamo vivendo. La famiglia, il lavoro, la cucina, l’economia, il fai da te e il fitness saranno al centro delle nuove puntate sempre condotte da Bianca Guaccero che si avvale del cast fisso composto da Carla Gozzi, Jonathan Kashanian e Gianpaolo Gambi.

Il programma darà consigli e soluzioni alle richieste del pubblico, grazie all’intervento di esperti, in grado di rispondere anche alle domande – sempre più frequenti – sulle modalità di acquisto online, ma anche sul funzionamento del nuovo cashback di stato che tanto sta facendo penare gli italiani visto che l’app IO della pubblica amministrazione è andata in tilt non permettendo di registrarsi e/o di inserire le proprie modalità di pagamento.

La linea “polite”, politicamente corretta prosegue quindi con i tanti temi abusati dalle varie trasmissioni con storie dai social di persone comuni e non spunto per affrontare e riflettere su tematiche delicate, come i disturbi alimentari, il body shaming, il bullismo, la parità di genere. E infine visto il periodo, saranno diversi i tutorial dedicati alle ricette tipiche della cucina italiana, alle decorazioni per la casa, alle tradizioni familiari.

- Pubblicità -