Non Farmi Andar Via – Don’t make me go e il valore del finale – La recensione del film su Prime Video

don't make me go prime video
Prime Video
- Pubblicità -

Non Farmi Andar Via – Don’t make me go trama e recensione del film su Prime Video dal 15 luglio 2022

Diretto da Hannah Marks e scritto da Vera Herbert, Don’t make me goNon farmi andar via il film su Prime Video, è la testimonianza in carne e ossa che il finale conta, eccome. Nel bene e soprattutto nel male.

Prodotto da Donald De Line, Leah Holzer, Peter Saraf il film è stato presentato in anteprima al Tribeca Film Festival il 13 luglio 2022 ed è disponibile su Prime Video dal 15 luglio. Come tutti i film un po’ strappalacrime pensati per un pubblico giovane, ha buone probabilità di finire nella Top Ten di Prime Video.

La trama

Max è un padre single e un bel po’ apprensivo. Wally è sua figlia. Adolescente ma timorosa, è grande sostenitrice della teoria per cui è sempre meglio rischiare, provarci, buttarsi. Avere 16 anni, però, è difficile e imbarazzante. Senza madre, poi, quasi un disastro.

Max cerca di fare il meglio che può. Un giorno scopre di avere una malattia molto grave, un tumore osseo che preme sul cervello. Operarsi, per lui, è fuori discussione: il rischio di morire sotto i ferri è troppo altro. Non gli resta che vivere al meglio il tempo che gli resta. Decide quindi di imbarcarsi in un viaggio in auto con Wally. Scusa ufficiale: rimpatriata del college. Motivazione reale, taciuta alla figlia: farle conoscere la madre che la abbandonò.

Recensione

Ok, questo film non brilla di originalità. Ok, un drammone del genere con le malattie e un finale tragico preannunciato non è per tutti. Messe da parte queste considerazioni, e fermandosi poco prima della fine, però, c’è da ammettere che Don’t make me go fa quello che deve fare molto bene. É un film dolce, non troppo retorico né pietista, piacevole. Scorre molto bene, ti fa affezionare ai suoi personaggi. Certo, ci sono un paio di monologhi a affetto, ma questo era da aspettarselo.

Max e Wally sono realistici, imperfetti ma volenterosi. Il viaggio che affrontano non è solo geografico. Imparano a comunicare meglio, e di conseguenza a conoscersi meglio. Fanno i conti col fatto che la vita non è solo in bianco e nero, ma ha tantissime sfumature. Realizzano e accettano le reciproche limitazioni e si spronano a superarle.

Tutto questo resta vero, se non fosse per quel maledetto finale. Senza fare troppi spoiler, possiamo dire che quello che la protagonista ci dice all’inizio, che suona più o meno come “di questa storia probabilmente non vi piacerà il finale, ma la storia in sé non è male” si rivela abbastanza veritiero. Non occorre sempre, per forza, darci il super colpo di scena. Certe volte la storia è quella di due persone che ci provano molto perché si vogliono bene, e dovrebbe bastare così. Menzione d’onore a John Cho, che è sempre molto bravo.

Il trailer

La locandina

Il cast

  • John Cho è Max Park
  • Mia Isaac è Wally Park
  • Kaya Scodelario è Annie
  • Otis Dhanji è Glenn
  • Jen Van Epps è Nicole
  • Jemaine Clement è Dale Angelo
- Pubblicità -
PANORAMICA RECENSIONE
Priscilla Lucifora
5
Siciliana a Milano. Classe 1994. Formazione umanistica e una grande fascinazione per moda, cultura pop e costume. Il mio film preferito è Matrix. Grande fan di tutto ciò che è contemporaneo.
dont-make-me-go-non-farmi-andar-via-film-prime-video-john-choNon Farmi Andar via - Don't make me go film su Prime Video. Trama, cast, trailer, voto e commento. Punti di forza e punti deboli