Enola Holmes 2 : un sequel che stupisce ed eleva – La recensione

Enola Holmes 2

Enola Holmes 2, su Netflix il sequel intelligente e divertente che mantiene tutte le promesse

Diretto da Harry Bradbeer e sceneggiato da Jack Thorne, Enola Holmes 2 su Netflix è un sequel assolutamente riuscito, che mantiene il tono del precedente film (semplicemente intitolato Enola Holmes, 2020) anzi lo eleva. Questo fortunato franchising è tratto dalla serie di libri omonima di Nancy Springer. La produzione esecutiva è di Joshua Grode, Michael Dreyer, Paige Brown, Jane Houston, Harry Bradbeer, Jack Thorne. Il cast spaziale completa il quadretto di questa operazione pop pensata per lo streaming.

Enola Holmes 2 è disponibile, dopo una trepidante attesa da parte dei fan di tutto il mondo, su Netflix il 4 novembre 2022, alle 9 del mattino in punto. La popolarità della sua protagonista, che come sicuramente saprete è Millie Bobby Brown, la Eleven di Strager Things, gli garantisce un posto nella Top Ten di Netflix. Siamo pronti a scommetterci. E se non succede, vuol dire che voi Enola Holmes 2 non ve la meritate.

Enola Holmes 2, una storia emozionante per un personaggio in crescita verticale

Fare un sequel non è facile. Fare un sequel mantenendo la freschezza del primo film è quasi impossibile. Enola Holmes 2 ci riesce, rispettando anzi superando tutte le sue promesse e i suoi presupposti. Ma veniamo a noi. Avevamo lasciato l’intraprendente Enola a Londra, fresca di successi e decisa a farsi una vita e una carriera da investigatrice nella grande e caotica città. Le cose non vanno come aveva sperato. Dopotutto, il mondo la vede come una ragazzina sprovveduta e la reputazione del fratello maggiore, Sherlock Holmes, la schiaccia.

Sta per arrendersi, quando il caso di una ragazza povera scomparsa nel nulla la fa precipitare in un tunnel di intrighi che parte dai fiammiferi e arriva diretto fino al potere, passando per lo sfruttamento delle operaie e con i movimenti femministi e intrecciandosi con le vicende del celebre fratello, con la politica e ovviamente con qualche turba sentimentale (a lieto fine).

L’intrattenimento è al primo posto, ma non è tutto

Una cosa fortissima di questo film, che si va a sommare con l’adorabilità della protagonista e con la vivacità generale delle vicende e degli intrecci, è che riesce a equilibrare magistralmente il significato del film (che solo apparentemente è banale) e la questione intrattenimento. All’alba del 2023, sembrerebbe difficile parlare ancora di femminismo, farlo in maniera pop e approcciabile, il tutto non banalizzando mai, anzi stratificandolo ulteriormente (senza spoiler, vi consigliamo di riflettere sulla scena di Moriarty), e aggiungendo elementi anche alla storia di Sherlock. Enola Holmes 2 fa tutto, ovunque, contemporaneamente (quasi cit.). L’unico appunto? Henry Cavill nei panni di Sherlock non è al 100%. Ma tanto qua il focus (giustamente) è tutto su Enola. Da vedere. 

Il trailer

Il cast

Millie Bobby Brown è la frizzante protagonista assoluta, colei che dà il nome alla serie: Enola Holmes. Suo fratello maggiore, lo stra-conosciuto Sherlock Holmes, è Henry Cavill. Il deciso e caparbio (nonché interesse amoroso di Enola) Visconte Tewkesbury è interpretato da Louis Partridge. Il super imbranato e indeciso Lestrade è Adeel Akhtar. Le femministe bombarole Edith e Eudoria Holmes sono Susie Wokom ed Helena Bonham Carter.

Priscilla Lucifora
Priscilla Lucifora
Siciliana a Milano. Classe 1994. Formazione umanistica e una grande fascinazione per moda, cultura pop e costume. Il mio film preferito è Matrix. Grande fan di tutto ciò che è contemporaneo.
Fare un sequel non è facile. Fare un sequel mantenendo la freschezza del primo film è quasi impossibile. Enola Holmes 2 ci riesce.Enola Holmes 2 : un sequel che stupisce ed eleva - La recensione