Equinox, trama e trailer della serie tv danese in Top10 su Netflix

equinox
Credit: Tine Harden/Netflix

Equinox, trama, cast e trailer della serie danese disponibile su Netflix da mercoledì 30 dicembre 2020.

Mercoledì 30 dicembre su Netflix è arrivata la serie danese “Equinox”, adattamento di un noto podcast danese dal titolo Equinox 85 e si tratta di un contenuto originale prodotto proprio per Netflix. La serie è scritta da Tea Lindeburg che ha ricoperto anche il ruolo di showrunner. Equinox dal giorno del rilascio ha già scalato la Top Ten dei titoli più popolari in Italia, piazzandosi in nona posizione dopo due giorni dal rilascio.

La prima stagione di Equinox è composta da 6 episodi della durata di circa 45 minuti ed è la seconda serie tv originale danese prodotta da Netflix, dopo The Rain. Ecco un trailer in italiano della serie:

Equinox, la trama

La serie racconta la storia di Astrid, una bambina che ha solo 9 anni nel 1999, quando una classe di studenti diplomandi svanisce inspiegabilmente senza lasciare traccia. A seguito dell’evento la ragazzina, la cui sorella è scomparsa, è traumatizzata e afflitta da orribili visioni. Nel 2020 la donna vive serenamente con la sua famiglia quando all’improvviso gli incubi tornano e iniziano a perseguitarla. Quando l’unica persona ancora viva dal 1999 muore in circostanze misteriose, Astrid decide di scoprire cos’è successo a sua sorella e alla classe, svelando una verità oscura e inquietante che la riguarda in modi che mai avrebbe immaginato.

Il commento

Vieni attirato dal mystery, pensi di vedere un thriller, e ti ritrovi davanti a un dramma con sfumature da teen drama in cui la premessa iniziale è solo una scusa per un racconto in cui il soprannaturale e la mitologia prendono presto il sopravvento sul resto. La serie si perde in lunghi dettagli, diluendo il racconto come si farebbe in un podcast che ha bisogno di affascinare l’ascoltatore con il suono delle parole, cercare di ipnotizzarlo evitando che possa essere distratto da elementi esterni. Il mistero così è nascosto dietro una coltre di scene a effetto e assume i contorni soprannaturali perdendo gran parte del suo fascino reale. Pieno di riferimenti alla mitologia, di simboli, il finale risulta così tropo complesso per poter essere apprezzato a pieno, risultando una favola per adulti. Si comprende come l’indagine sia superflua rispetto al complesso del racconto, quando i flashback con la storia di Ida iniziano ad avere un peso maggiore rispetto al presente, permettendo allo spettatore di sapere più cose rispetto alla protagonista.

Ci sarà una seconda stagione?

Equinox come anticipato è una produzione originale di Netflix che si ispira a un podcast che è durato solo una stagione, al momento quindi non è chiaro se il servizio streaming deciderà di espandere l’universo della serie oltre il materiale da cui è tratta. Bisognerà prima attendere i primi dati delle visualizzazioni anche se guardando la serie è inimmaginabile un seguito se non trasformandolo in un’antologia.

Il Cast

  • Danica Curcic: Astrid
  • Viola Martinsen: Astrid da bambina
  • Karoline Hamm: Ida
  • Lars Brygmann: Dennis
  • Hanne Hedelund: Lene
  • August Issac Carter: Jakob
  • Fanny Leander Bornedal: Amelia
  • Joen Højerslev: Falke
  • Ask Emil Mossberg Truelsen: Falke da bambino

La spiegazione del finale

Naturalmente questo spazio è SPOILER quindi se non avete visto la serie evitate di continuare nella lettura.

Come detto in sede di commento, la serie è fortemente legata alla mitologia nordica che lo spettatore deve conoscere per apprezzare a pieno quanto succede nella serie. Infatti tutto il racconto è legato al mito di Ostara, una divinità nordica della fertilità la cui festa corrisponde all’equinozio di Primavera e che è ripresa da culture e religioni di tutto il mondo. Secondo il mito la dea si accoppia con il Re Lepre e in ogni luogo in cui i due si incontrano vengono ritrovate delle uova da cui nascono dei conigli. Mito che rimanda direttamente al coniglietto pasquale.

Nella serie capiamo nel finale come Astrid, che scopriamo non essere sorella di sangue di Ida, sia in realtà Ostara visto che al suo passaggio cresce l’erba. Inoltre Lena, la mamma di Ida e Astrid, non riuscendo a rimanere incita, si era rivolta al Re Lepre che in cambio aveva chiesto la ragazza al diciottesimo anno d’età. Lena, non potendo accettare questo scambio, offre il primogenito di Ida. Quando la ragazza resta incinta dopo il rituale mistico con il Re Lepre, Lena sembra aver raggiunto il proprio obiettivo. Peccato però che Ida decida di abortire, rovinando tutti i piani e portando il Re Lepre a decidere di rapirla insieme a 21 suoi compagni di classe. Quando Ostara/Astrid si riunisce con il Re Lepre, Ida decide di restare con loro mentre gli altri ragazzi tornano sulla terra.

Abbiamo una newsletter sulle serie tv e arriva ogni sabato. Clicca qui per iscriverti, è gratis.