Fame d’amore lunedì 25 maggio su Rai 3, le storie di tre ragazzi che ce l’hanno fatta

così è la vita

Fame d’Amore su Rai 3 in seconda serata terzapuntata lunedì 25 maggio, storie di cibo e disagio giovanile

Nuovo appuntamento su Rai 3 in seconda serata alle 23:15 con Fame d’Amore, lunedì 25 maggio dopo Report ci sarà la terza puntata delle 4 previste per il programma prodotto da Ballandi con Franceca Fialdini.

Le diverse puntate ci porteranno dentro due comunità italiane di eccellenza: due luoghi dell’anima che accolgono e curano le ferite di queste patologie. Un programma di Andrea Casadio scritto con Mariano Cirino e con la consulenza di Stefania Colletta e Maria Sorrentino e la consulenza scientifica è di Laura Dalla Ragione e Leonardo Mendolicchio.

Le storie della puntata del 25 maggio

Non una storia ma 3 storie a Fame d’amore questa sera 25 maggio alle 23:15. Tre storie di tre ragazzi che ce l’hanno fatta.

Come Giulia è una ragazza ventenne di Varese che, dopo un anno di ricovero, è tornata a casa. Alberto ha ventotto anni, laureato in medicina col massimo dei voti, fissato con la moda, il fitness e la forma fisica, era ossessionato dal cibo tanto da diventare anoressico. Dimesso dalla clinica, ora frequenta la scuola di specializzazione in Nefrologia. Infine Cassandra, una giovane che soffre di anoressia riceve la grande notizia: sta meglio e uscirà dalla comunità.

Fame d’amore e i disturbi alimentari

Francesca Fialdini racconta con Fame d’amore, con delicatezza e capacità empatica, le storie di queste vite giunte a una svolta: i nuovi legami che si creano, i rapporti che maturano, il coraggio di cambiare. Ci si affeziona e ci si commuove, si combatte e si soffre con loro, si sorride delle loro battute e si gioisce a ogni nuovo passaggio del loro lungo viaggio per la guarigione.

Fame d’Amore è il racconto delle difficili fasi che attraversano i ragazzi e le loro famiglie, della lotta per uscire dalla malattia, dall’arrivo in comunità fino al ritorno alla vita di tutti i giorni. Grazie al supporto del team di esperti delle due comunità all’avanguardia nella cura dei disturbi alimentari, verranno documentate tutte le fasi di un lungo percorso a ostacoli, in cui il cibo, il corpo e l’amore sono gli strumenti fondamentali per la rinascita.

L’età media di insorgenza dei disturbi alimentari è tra i 15 e i 19 anni, ma si sta abbassando. Un fenomeno che si nasconde tra le pieghe della società spesso sotto falso nome, coperto di giustificazioni e pregiudizi, dal costo in vite altissimo.

Cosa rende oggi anoressia, bulimia e dipendenze da cibo così diffuse? Cosa alimenta l’ossessione per l’immagine e per il corpo di tanti giovani donne e uomini del nostro tempo? Come mai il cibo è diventato oggetto di tante passioni e fonte di tanti problemi? Il disturbo del comportamento alimentare è uno dei disagi giovanili più diffusi e meno raccontati.