Fame d’amore con Francesca Fialdini riparte lunedì 26 ottobre in seconda serata

fame d'amore

Fame d’amore su Rai 3 in seconda serata lunedì 26 ottobre

Nuova edizione su Rai 3 in seconda serata alle 23:15 con Fame d’Amore, lunedì 26 ottobre dopo Report un ritorno  per il programma prodotto da Ballandi con Franceca Fialdini.

Le diverse puntate ci porteranno dentro due comunità italiane di eccellenza: due luoghi dell’anima che accolgono e curano le ferite di queste patologie. Un programma di Andrea Casadio scritto con Mariano Cirino e con la consulenza di Stefania Colletta e Maria Sorrentino.

Le storie del 26 ottobre

Nella prima puntata si rivedranno alcuni dei ragazzi alle cui storie il pubblico si era affezionato nella prima edizione, Beatrice, Massimiliano, Sofia, Alberto, per cercare di capire cosa ne è stato di loro: se sono tornati ad una vita normale o se sono ancora in prima linea a combattere la loro malattia. Ma si scopriranno anche storie e mondi nuovi. In particolare nelle quattro nuove puntate si accenderà una luce sull’obesità: una vera e propria malattia, anche se spesso non considerata e percepita come tale.

I numeri sono preoccupanti: in Italia circa il 46 per cento degli individui sono sovrappeso e più del 10 per cento sono obesi. L’obesità non risparmia i giovani e gli adolescenti, con picchi del 25% nelle regioni del sud (Fonti: Ministero della Salute, Istat, IBDO). Solo negli ultimi anni l’obesità è stata riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come malattia cronica, recidivante e ingravescente, che riduce di circa 20 anni l’aspettativa di vita di chi ne soffre.

Fame d’amore e i disturbi alimentari

Francesca Fialdini racconta con Fame d’amore, i disturbi alimentari con delicatezza e capacità empatica, le storie di queste vite giunte a una svolta: i nuovi legami che si creano, i rapporti che maturano, il coraggio di cambiare. Ci si affeziona e ci si commuove, si combatte e si soffre con loro, si sorride delle loro battute e si gioisce a ogni nuovo passaggio del loro lungo viaggio per la guarigione.

La docuserie – prodotta da Rai3 in collaborazione con Ballandi – si è subito imposta per il suo linguaggio nuovo e per la capacità di raccontare in maniera empatica, ma senza rinunciare alla veridicità e scientificità dei fatti, questa lotta che giovani e famiglie ingaggiano contro un male tra i più trascurati e disattesi della nostra epoca.

Fame d’Amore è il racconto delle difficili fasi che attraversano i ragazzi e le loro famiglie, della lotta per uscire dalla malattia, dall’arrivo in comunità fino al ritorno alla vita di tutti i giorni. Grazie al supporto del team di esperti delle due comunità all’avanguardia nella cura dei disturbi alimentari, verranno documentate tutte le fasi di un lungo percorso a ostacoli, in cui il cibo, il corpo e l’amore sono gli strumenti fondamentali per la rinascita. Al centro la vita dei giovani e delle equipe di due centri all’avanguardia dove le telecamere sono andate a riprendere la vita e le cure dei pazienti.

L’età media di insorgenza dei disturbi alimentari è tra i 15 e i 19 anni, ma si sta abbassando. Un fenomeno che si nasconde tra le pieghe della società spesso sotto falso nome, coperto di giustificazioni e pregiudizi, dal costo in vite altissimo.

Cosa rende oggi anoressia, bulimia e dipendenze da cibo così diffuse? Cosa alimenta l’ossessione per l’immagine e per il corpo di tanti giovani donne e uomini del nostro tempo? Come mai il cibo è diventato oggetto di tante passioni e fonte di tanti problemi? Il disturbo del comportamento alimentare è uno dei disagi giovanili più diffusi e meno raccontati.