- Pubblicità -

First love, un film triste che stupisce (più o meno) – La recensione

First Love

Data:

- Pubblicità -

First Love, trama e recensione del film su Prime Video dal 19 agosto 2022

Diretto e scritto da A.J. Edwards, First Love è un film drammatico di Amazon Exclusive disponibile su Prime Video dal 19 agosto 2022. Se il protagonista Hero Fiennes Tiffin vi sembra familiare è perché è stato per anni l’idolo delle ragazzine dopo aver prestato il volto al protagonista della saga letteraria prima e cinematografica poi di After.

Siamo qui per assicurarvi che il suo talento nella recitazione, purtroppo, è rimasto il medesimo. Nonostante tutto, First Love nel giro di pochi giorni ha iniziato a scalare un posto nella Top Ten di Prime Video. Il film unisce la storia d’amore del giovane Jim con le difficoltà familiari che lo costringono a impegnarsi e a cambiare la sua vita.

La trama

- Pubblicità -

First love trama Jim sta frequentando l’ultimo anno di scuole superiori. Ama correre, e spera di entrare al college con una borsa di studio per meriti sportivi. Suo fratello ha preso la decisione di arruolarsi nei marines, e lui è rimasto da solo a casa. Nello stesso frangente, la crisi economica colpisce duramente la sua famiglia. Il padre, che lavorava nel settore finanziario ad alti livelli, viene licenziato.

La storia di Jim e del suo primo amore, la coetanea Ann, si intreccia a quella dei genitori del protagonista, che cercano di fare i conti con i cambiamenti della loro nuova, difficile vita. Sullo sfondo, gli Stati Uniti completamente depredati dalla crisi.

First Love – La recensione

Fin dal titolo, questo film vuole essere un film giovane per i giovani con un protagonista giovane che fa cose da giovane. Purtroppo, però, come abbiamo già accennato e per dirla velatamente, Hero Fiennes Tiffin ha la personalità di un pezzo di pane bianco in cassetta, e appassionarsi alla sua storyline è pressoché impossibile. Adolescente alto e dinoccolato, sportivo con i capelli scuri e gli occhi di ghiaccio, riesce comunque a risultare terribilmente impacciato agli occhi delle sue coetanee, che lo considerano strano dal modo in cui si veste a quello in cui parla. Qualcosa, però, scatta in lui non appena vede Ann, che invece è ambiziosa, solare, fa teatro e impara lo spagnolo. È un colpo di fulmine che non ha un buon tempismo: Ann, infatti, vuole andare al college libera da ogni condizionamento, e dopo mesi felici chiude la storia con lui, ferendolo molto.

La vera cosa interessante di tutta la pellicola è la storia dei genitori di lui. Adulti, agiati, carriere avviate, felici. Qualcosa va storto, le difficoltà economiche li cambiano, li induriscono, li deprimono e li disilludono, gli rendono difficile comunicare. É dura da guardare ed è qui che risiede tutta la vera drammaticità del film. Il loro, come quello del figlio, è un First Love. Fortunato. Abbastanza da sopravvivere a un ridimensionamento materiale ma soprattutto di aspettative? E se la prima storyline è abbastanza inutile, la seconda ha del potenziale, colpisce, rattrista, fa pensare. Contribuisce l’interpretazione di Diane Kruger, che diventa più asciutta e sofferta di minuto in minuto. Bello? Non esageriamo. Basta sapere dove guardare. 

Il trailer

Il cast

  • Hero Fiennes Tiffin è Jim Albright
  • Diane Kruger è Kay Albright
  • Jeffrey Donovan è Greg Albrigh
  • Sydney Park è Ann Matienzo
  • Diane Venora è Aunt Irene
- Pubblicità -

RECENSIONE

Priscilla Lucifora
5.5

RIASSUNTO

Fin dal titolo, questo film vuole essere un film giovane per i giovani con un protagonista giovane che fa cose da giovane. Purtroppo, però, Hero Fiennes Tiffin ha la personalità di un pezzo di pane bianco in cassetta, e appassionarsi alla sua storyline è pressoché impossibile.
Priscilla Lucifora
Priscilla Lucifora
Siciliana a Milano. Classe 1994. Formazione umanistica e una grande fascinazione per moda, cultura pop e costume. Il mio film preferito è Matrix. Grande fan di tutto ciò che è contemporaneo.
- Pubblicità -
First love, un film triste che stupisce (più o meno) - La recensioneFin dal titolo, questo film vuole essere un film giovane per i giovani con un protagonista giovane che fa cose da giovane. Purtroppo, però, Hero Fiennes Tiffin ha la personalità di un pezzo di pane bianco in cassetta, e appassionarsi alla sua storyline è pressoché impossibile.