Dituttounpop > TV > Freedom il piacere della scoperta, le anticipazioni di lunedì 5 febbraio

Freedom il piacere della scoperta, le anticipazioni di lunedì 5 febbraio

Freedom Il piacere della scoperta, su Italia 1 torna il programma di viaggi, avventure, misteri, con Roberto Giacobbo. Nuova cifra della stagione, il punto di vista parallelo al racconto, grazie a filmati di backstage che documentano la reale esperienza di viaggio dell’affiatata troupe di Freedom. Le puntate sono in streaming su Mediaset Infinity.

Freedom stasera su Italia 1 Lunedì 5 febbraio

- Pubblicità -

Lunedì 5 febbraio 2024 a Freedom – Il piacere della scoperta, Roberto Giacobbo, ci porta ad Assisi per parlare di San Francesco, poi in Puglia a Herdonia considerata una sorta di Pompei pugliese. La trasmissione mostrerà i luoghi riportati alla luce dagli archeologi che, ancora oggi, sono appena il 20% dell’intera città. Luoghi che raccontano la vita quotidiana di una popolazione che ha abbandonato le proprie case, in seguito a terribili eventi naturali: dai resti degli antichi templi e dell’ antico mercato, alla Via Traiana, percorso realizzato in alternativa alla già frequentatissima Via Appia, che rese Herdonia ricca e accogliente, per chiunque percorresse la strada che portava da Roma a Brindisi.

Si va poi in Grecia alle Meteore, patrimonio dell’Unesco, un complesso di monasteri in Tessaglia, la meraviglia sta nel fatto che sono posizionati su alte formazioni rocciose e danno l’impressione di essere sospesi nel cielo. Le telecamere e i droni di Freedom mostrano questa scenografia spettacolare unica al mondo, che sembra tratta da un film fantasy. Un viaggio ricco di storia, cultura e spiritualità, in un luogo incantato fatto di isolamento e di preghiera dove, da secoli, gruppi di eremiti ricercano il loro contatto con Dio.

- Pubblicità -

Poi a Villa Arconati a pochi kilometri da Milano che nel 1600 permetteva ai ricchi di scappare dalla vita cittadina e godere della natura. Giacobbo ne racconta i segreti e le stanze dove per anni sono stati custoditi i fogli del Codice Atlantico di Leonardo. Infine a Mantova dove il sangue di Cristo sarebbe conservato in due sacri vasi. Protagonista di questa vicenda, Longino, il centurione romano che, secondo la tradizione, avrebbe trafitto il costato di Gesù.