Genitori vs. Influencer, dal 4 aprile su Sky Cinema. Le dichiarazioni dalla conferenza stampa

Genitori vs Influencer
- Pubblicità -

Genitori vs Influencer, la commedia Sky Original con Fabio Volo dal 4 aprile su Sky Cinema e Now

Dal 4 aprile in prima assoluta su Sky Cinema e in streaming su now e disponibile on demand andrà in onda la commedia, diretta da Michela Andreozzi con Fabio Volo, Genitori vs Influencer.

Questa pellicola Sky Original vuole affrontare lo “scontro generazionale” tra gli adolescenti che utilizzano i social quotidianamente, la famosa generazione Z, e i cosiddetti Boomer – i loro genitori. All’interno del cast troviamo, oltre a Volo, Ginevra Francesconi, Giulia de Lellis, Paola Tiziana Cruciani, Nino Frassica, Paola Minaccioni e Massimiliano Vado.

- Pubblicità -

Abbiamo assistito alla conferenza stampa di presentazione, con tutto il cast. Di seguito le dichiarazioni.

La trama

Quanto è difficile oggi essere il padre single di una teenager? Paolo (Fabio Volo), professore di filosofia, vedovo, ha cresciuto da solo sua figlia Simone – alla francese – (Ginevra Francesconi), con cui ha un bellissimo rapporto. Ma quando la ragazza entra ufficialmente nella fase dell’adolescenza, l’idillio si rompe: come ogni teenager che si rispetti, infatti, Simone viene “rapita” dallo smartphone, tanto che matura l’idea di voler diventare influencer – come il suo idolo Ele-O-Nora (Giulia De Lellis) – categoria che Paolo detesta. Pur di recuperare il rapporto con sua figlia, Paolo inizia una campagna contro l’abuso dei social, con l’aiuto della stessa Simone che diventa la sua web manager. La fama inaspettata lo trasformerà suo malgrado in un influencer… e gli farà scoprire che i social, anche se vanno maneggiati con cura, possono regalarti una possibilità.

Genitori vs Influencer, le dichiarazioni

Margherita Amedei (Senior Director Sky Cinema): Ci siamo innamorati subito di questo progetto, proprio perché racconta il rapporto genitori-figli. Michela è stata brava a riuscire a parlare con un pubblico ampio: dalla generazione Z, ai Millennial ma parla molto ai Boomer. Il pregio è che trasversalmente parla a tutti. Per noi è una cosa importante, insieme al fatto di variare il genere con gli original mantenendo comunque la qualità. Riesce ad intrattenere e far riflettere il pubblico. Siamo molto soddisfatti.

Michela Andreozzi (Regista): Questa eterna lotta è riassunta nel rapporto padre-figlia. Era il mio desiderio raccontare questo tipo di storia e raccontare il passaggio nell’adolescenza e, quindi, il taglio del cordone ombelicale. Nel film affrontiamo il tema dei social network e dell’utilizzo che ne fanno i giovani, anche se secondo me loro hanno un equilibrio sui social. I social, per loro, sono quello che per la nostra generazione era il “muretto” e la “discoteca”. Quando mi hanno proposto questo soggetto, ho pensato che di questo tema ne parliamo tutti i giorni, ma non c’è nessun film a riguardo. […] Ginevra [Francesconi] è arrivata dal set di The Nest, l’ho vista e mi è rimasta in testa. Volevo lei, ma l’ho dovuta aspettare fino all’ultimo perché stava girando una serie tv. Avevo tanti meravigliosi piani B ma mi ero innamorata di Ginevra. È stato un privilegio riuscire a lavorare in questo momento storico. Sono fiera del fatto che il film sia l’incontro tra generazioni, tra estrazioni sociali diverse, da mondi diversi che si incontrano e riescono a dialogare e convivere.

Fabio Volo: Avrei voluto fare veramente il professore di filosofia nella vita. Ciò che ho amato subito della sceneggiatura è il tema del padre vedovo che ha cresciuto la figlia come voleva. Quando lei divenda adolescente si ritrova davanti una persona indipendente coi propri sogni e amori. Due mondi pieni di pregiudizi: boomer e generazione dei ragazzi adolescenti. Tutti noi da adolescenti pensavamo che i nostri genitori non capissero niente. Due mondi che si incontrano e imparano l’uno dall’altro.

Ginevra Francesconi: Abbiamo questa voglia di crescere e diventare adulti, di libertà e indipendenza che ci fa sognare tanto. Però siamo accomunati anche dalla consapevolezza che l’età che stiamo vivendo è bellissima. A volte mi sento una eterna peter pan. L’adolescenza è strana, si alterna tra questi due estremi: crescere in fretta e restare bambini.
Rispetto al mio personaggio: sono molto affascinata dal mondo degli influencer perché lo conosco poco e sono poco ferrata coi social. Non sono il tipo di persona che non conoscendo giudica: il pregiudizio è una cosa che non mi appartiene, anzi, c’è curiosità. I social sono fatti di persone stupende e mi incuriosisce molto.

Giulia de Lellis: Nel film interpreto Ele-O-Nora, una ragazza molto simile a me: aspetti che ci accomunano molto sia professionalmente che caratterialmente. Mi sono divertita moltissimo ad interpretarla.

Nino Frassica: Ci sono vari protagonisti: uno è il condominio che è un po’ il coro del film che osserva l’evolversi della storia. Quando ho letto la sceneggiatura mi è piaciuta tantissimo. Ho chiesto a Michele: troverai una ragazzina abbastanza brava per questo ruolo? e alla fine è arrivata ginevra che è bravissima.

Il cast

  • Fabio volo è Paolo
  • Ginevra Francesconi è Simone
  • Giulia de Lellis è Ele-o-nora
  • Paola Tiziana Cruciani è zia Agnese
  • Nino Frassica è zio Delbono
  • Paola Minaccioni è zia Malena
  • Massimiliano Vado è zio Pietro
  • Massimiliano Bruno è Preside
  • Marco Zingaro è Renato
  • Ruben Mulet Porena è Liverani
  • Emma Fasano è Germana
- Pubblicità -