Genius: Aretha dal 4 giugno su Disney+

Genius
- Pubblicità -

Genius: Aretha la terza stagione dell’antologia National Geographic, dal 4 giugno su Disney+

A tre anni dal racconto di Picasso, prosegue il viaggio di National Geographic nel mondo delle grandi menti della storia con Genius: Aretha prima e unica serie autorizzata sulla vita dell’universalmente acclamata Regina del Soul. In Italia la serie approda dal 4 giugno su Disney+ dove è presente il brand National Geographic e dove sono disponibili le precedenti stagioni Einstein e Picasso.

La serie è prodotta da 20th Television e Imagine di  Brian Grazer e Ron Howard, che hanno collaborato con Warner Music per la realizzazione di questa stagione. Il produttore discografico Clive Davis, e il Presidente e CEO di Atlantic Records, Craig Kallman, sono executive producer.

- Pubblicità -

Genius: Aretha la trama

La miniserie in 8 episodi racconta la storia di un prodigio della scena gospel, una voce unica, considerata una “risorsa naturale” dal suo stato natale il Michigan. Senza saper leggere la musica, Aretha Franklin impara da sola a suonare il pianoforte e alla giovane età di 12 anni, inizia a registrare canzoni e a cantare nei tour gospel con suo padre.

Quanto ha 18 anni firma il suo primo contratto discografico con la Columbia Records, che lascia nel 1966 per trasferirsi all’Atlantic Records, dove registra molte delle sue canzoni più iconiche. Nel 1979, inizia un’amicizia e una collaborazione di 40 anni con Clive Davis, che produce una serie di canzoni di successo, tra cui l’hit più venduta della sua carriera, “I Knew You Were Waiting (For Me)”, in duetto con George Michael. Con più di 75 milioni di dischi venduti nel corso della sua carriera, la leggendaria cantante è uno degli artisti musicali più apprezzati di tutti i tempi.

Il cast

  • Cynthia Erivo è Aretha Franklin
  • Shaian Jordan è la piccola Re (giovane Aretha)
  • Courtney B. Vance è C. L. Franklin
  • David Cross è Jerry Wexler
  • Malcolm Barrett è Ted White
  • Patrice Covington è Erma Franklin
  • Kimberly Hébert Gregory è Ruth Bowen
  • Rebecca Naomi Jones è Carolyn Franklin
  • Drake Strickland è Young Cecil
  • Luke James è Glynn Turman
  • Pauletta Washington è Rachel Franklin
  • Collete L. Coward è Aretha’s Piano Hand double
  • Aubriana Davis è Young Erma
  • Steven G. Norfleet è Cecil Franklin
  • Bri’anna Harper è Little Re
  • Sydney Hunter è Young Carolyn

Genius Aretha

La musica

Nella serie sono presenti molte dei più grandi successi di Aretha Franklin dal catalogo completo di Warner Music, tra cui “I Never Loved a Man (The Way I Love You)”, “Chain of Fools”, “Don’t Play That Song” e “Save Me”. La serie contiene anche le performance di Aretha Franklin di “I Knew You Were Waiting for Me”, “Freeway of Love” e “Sisters Are Doin’ It for Themselves”.

I personaggi della sua vita

Icona della musica black Aretha Franklin ha incontrato diversi personaggi significativi che si ritrovano nella miniserie tra cui Dinah Washington, King Curtis, Clara Ward, Art Tatum, il reverendo James Cleveland, Sydney Pollack, Angela Davis, Martin Luther King Jr, Curtis Mayfield e George Michael.

Gli episodi

La Regina del Soul
Alla disperata ricerca di un successo, nel 1967 Aretha registra negli studi Muscle Shoals il suo primo album con l’Atlantic Records. Dopo anni difficili, Little Re affronta il suo primo assolo nel 1953, nella chiesa di suo padre, CL Franklin.

Verso la libertà
Alla ricerca del proprio sound, nel 1966 Aretha cattura l’attenzione di Jerry Wexler all’Atlantic Records. Nel frattempo, nel 1954 Little Re affronta la sua prima tournée nel Circuito Gospel con CL Franklin e incontra il suo idolo, Clara Ward.

Fa la cosa giusta, donna
Tra il 1967 e il 1968, Aretha si destreggia tra la sua carriera musicale e l’impegno nel movimento per i diritti civili, guidato da Martin Luther King Jr. Nel frattempo, nel 1955 Little Re lascia suo figlio appena nato per tornare al Circuito Gospel, incontrando le leggende della musica James Cleveland e Little Sammie Bryant.

Un uomo miserabile
Nel 1968, Aretha appare sulla copertina del Time Magazine, ma è devastata quando l’articolo si concentra sui dettagli scandalosi della sua vita privata. Nel 1941, Barbara Franklin e il giovane CL Franklin lottano per affermarsi a Memphis, prima della nascita di Little Re.

Il potere della riscossa
Nel 1970, Aretha, ispirata da Angela Davis e dai Soledad Brothers, registra il suo album di protesta “Young, Gifted and Black”. Nonostante l’incertezza di Jerry Wexler, l’album è un successo. Nel 1951, Barbara Franklin prende una decisione che ha un effetto devastante su Little Re.

Ritorno alle origini
Nel 1972 Aretha registra alla New Temple Missionary Baptist Church “Amazing Grace”, il suo album gospel dal vivo più venduto, ignorando le suppliche dei suoi fratelli di inciderlo invece alla New Bethel con il padre, CL Franklin. Nel 1956, la piccola Re scopre di essere incinta del suo secondo figlio, cosa che la costringe a lasciare la scuola. Mentre è incinta, registra il suo primo album alla New Bethel.

Gli anni della disco music
Nell’era della disco, Aretha farà di tutto per rimanere sulla cresta dell’onda, compreso rubare un’opportunità a sua sorella Carolyn. Riceve una nomination ai GRAMMY ma alla fine viene snobbata dal premio. Durante la cerimonia, incontra il fondatore dell’Arista, Clive Davis. Nel frattempo, Jerry Wexler lascia l’Atlantic Records e lui e Aretha si separano.

Nessun dorma
Nonostante le sofferenze per il secondo divorzio e la morte del padre nel 1984, Aretha continua la sua ascesa artistica. Inizia una carriera di successo presso l’Arista, con l’aiuto di Clive Davis, e in un’indimenticabile performance ai GRAMMY del 1998, consolida il suo eterno regno come Regina del Soul.

- Pubblicità -