Good Omens rinnovata, a sorpresa, per una seconda stagione

good omens
- Pubblicità -

Good Omens di Terry Pratchett e Neil Gaiman avrà una seconda stagione su Amazon Prime Video

A oltre 2 anni dal rilascio della prima stagione, Amazon Studios ha annunciato una seconda stagione di Good Omens la serie tratta dal romanzo di Terry Pratchett e Neil Gaiman, composta da altri 6 episodi.

L’annuncio è arrivato a sorpresa dopo che gli episodi rilasciati a maggio 2019 da Amazon Prime Video erano stati presentati come una miniserie. L’obiettivo dei nuovi episodi è ampliare i personaggi della serie compresi i due protagonisti Azraphel e Crowley interpretati da Michael Sheen e David Tennant, una coppia improbabile formata da un angelo e da un demone decisi a salvare il mondo dall’apocalisse.

- Pubblicità -

Il fantasy con toni decisamente ironici, sarà girato in Scozia nel corso del 2021. La nuova stagione esplorerà nuove storie che ampliano il materiale originale alla base della serie per raccontare la sorprendente amicizia tra Azraphel, un angelo pignolo e commerciante di libri rari, e il demone dalla vita frenetica, Crowley. Avendo vissuto sulla Terra sin dall’inizio dei tempi e una volta sventata l’apocalisse, Azraphel e Crowley tornano a condurre una vita tranquilla tra i mortali nel quartiere di Soho a Londra, quando un inaspettato messaggero presenta loro un mistero sorprendente.

Neil Gaiman sarà ancora produttore e co-showrunner accanto a Douglas Mackinnon, che sarà anche regista. Good Omens è basata sull’amatissimo romanzo best seller internazionale ‘Good Omens’ di Terry Pratchett (Hogfather) e Gaiman. La nuova stagione è prodotta da Amazon Studios, BBC Studios Productions, The Blank Corporation e Narrativa.

Good Omens

Queste le parole di Neil Gaiman entusiasta del progetto: “Sono passati trentun’anni da quando è stato pubblicato ‘Good Omens’, il che significa che ne sono passati trentadue dalla notte in cui Terry Pratchett ed io ce ne stavamo nei nostri rispettivi letti in una stanza d’alberto a Seattle, durante una World Fantasy Convention, e progettavamo il sequel. Ho avuto modo di utilizzare alcune parti di quel sequel in Good Omens – ed ecco da dove sono venuti i nostri angeli. Terry non è più qui, ma quando era ancora tra noi avevamo parlato di ciò che volevamo fare con “Good Omens” e di che direzione avrebbe dovuto prendere la storia. E ora, grazie a BBC Studios e Amazon, ho l’occasione di portarla proprio in quella direzione. Ho coinvolto meravigliosi collaboratori e John Finnemore, è salito a bordo per portare il testimone insieme a me. Ci sono moltissime domande che le persone hanno fatto riguardo a ciò che è successo dopo (e anche a ciò che è successo prima) ai nostri angelo e demone preferiti. Ed ecco le risposte in cui speravate. Torneremo a Soho per svelare, attraverso viaggi nel tempo e nello spazio, un mistero che ha inizio con un angelo che se ne va in giro per Soho senza memoria“.

Rob Wilkins ha affermato: “Terry e Neil hanno sempre saputo che Crowley e Azraphel non erano personaggi da una storia sola e hanno per lungo tempo nutrito piani per ampliare le loro avventure. Le strabilianti performance di David e Michael l’hanno fatta diventare una vera necessità. Terry sarebbe stato certamente molto felice di come hanno dato vita ai suoi personaggi, e entusiasta, come lo sono io ora, che una seconda stagione sia in lavorazione”.

Michael Sheen era “contrario ma mondo non si salverà da solo, no? Se David e io riusciremo a non cavarcela troppo male, questa potrebbe essere anche la volta buona che riusciamo a concludere il lavoro”; “è una fantastica notizia per me” ha aggiunto Tennantperchè avrò nuovamente l’occasione di lavorare con Michael e di pronunciare le fantastiche parole di Neil. È forse una peggiore notizia per l’universo dato che molto probabilmente significa che ci sarà una nuova minaccia per l’esistenza con cui fare i conti, ma, si sa, un po’ si perde un po’ si vince“.

- Pubblicità -