Recensione Gossip Girl 2021: un sequel interessante da vedere senza pregiudizi

Gossip Girl 2021
- Pubblicità -

Recensione Gossip Girl, il sequel da mercoledì 27 ottobre 2021 su Sky Serie in streaming su NOW.

Il 27 ottobre 2021 torna l’iconica Gossip Girl, uno dei teen drama più amati e seguiti degli ultimi due decenni, che arriva su Sky e NOW con l’attesissima nuova serie, il sequel, ambientato nello stesso universo narrativo. Una nuova, sempre più fluida e multiculturale generazione di studenti è pronta a prendere possesso dei corridoi, delle aule e soprattutto della scalinata della scuola privata più “in” dell’Upper East Side: la Constance Billard St. Jude’s School. L’appuntamento con i primi due episodi è per stasera alle 21:10 circa su Sky Serie e in diretta streaming su NOW, da settimana prossima andrà in onda un episodio a settimana.

Divisa in due parti, con la seconda che debutterà negli Stati Uniti e su Sky a novembre, la prima stagione della nuova serie verrà proposta su Sky e NOW senza interruzioni. Intanto, tutte le sei stagioni di Gossip Girl (2007) sono disponibili on demand su Sky e in streaming su NOW.

- Pubblicità -

Se vi servono consigli su cos’altro guardare, scaricate l’app TvTips, la prima app che ti consiglia la serie tv giusta per te. Scaricala cliccando qui, è gratis!

Gossip Girl, il passato e il presente

Alla notizia del sequel di Gossip Girl, non eravamo proprio entusiasti.
Seppur quella del 2007 non fosse una serie perfetta, stiamo comunque parlando di un fenomeno pop abbastanza sacro: non al pari di Friends o Sex and the City magari, ma comunque iconico, e ormai a quanto pare andare a rivisitare serie di questo calibro, pare sia la prassi.

Al netto della diffidenza inziale e di un pilot poco incisivo, alla fine in realtà, la prima parte della stagione, ci ha convinti. Certo, non ci troviamo di fronte a personaggi indimenticabili come Blair e Serena, e nessuno sarà mai Chuck Bass, questo è certo, ma questo sequel ha delle caratteristiche interessanti e ben riuscite che lo rendono un prodotto attuale, godibile e assolutamente in target con il suo pubblico di riferimento: la GenZ.

Lo scontro generazionale

Partiamo dal cast, a dir poco azzeccatissimo soprattutto per ciò che riguarda i personaggi principali: Jordan Alexander, che interpreta Julien Callowayl, è la ragazza più popolare della scuola, una seguitissima influencer di moda, elegante, spigliata, bellissima, ed è letteralmente magnetica, proprio come lo era Serena. Zoya, la sua sorellastra, timida, introversa e per nulla avvezza a vita borghese e social network, le fa da contraltare, assumendo mano a mano i suoi comportamenti, esattamente come accade a Blair, ed è interpretata da Whitney Peak.

Thomas Doherty, scelto per provare a ricalcare le orme di Chuck Bass, interpreta Max Wolfe, il “bello e dannato”, ragazzo ricco e problematico, addicted ad alcol, droga e sesso.
Emily Alyn Lind e Evan Mock, rivestono invece i ruoli di Audrey e Akeno, una coppia di fidanzati, aperta, fluida e pronta a esplorare la sessualità anche con altre persone.
Nei panni del lonely boy di turno (e quindi del compianto Dan Humphrey), Elie Brown, che interpreta Obie, fidanzato di Julien. È proprio lui il personaggio meno incisivo del gruppo, a differenza degli altri, tutti molto convincenti e con quel fascino necessario nell’universo di Gossip Girl.

La grande novità della serie riguarda proprio quest’ultima: nel sequel infatti, i nuovi scandali e i nuovi drammi al centro della storia, sono commentati e svelati sempre da Gossip Girl (cui in originale, proprio come nella serie madre, presta la voce Kristen Bell), ma questa volta non si tratta di Dan Humphrey o di qualcuno con una storia simile alla sua, ma di un gruppo di professori stufi dei loro facoltosi e viziatissimi studenti, ai quali è arrivato il momento di farla pagare.

Gossip Girl, da vedere senza pregiudizi

Millenials vs GenZ se vogliamo, e il gioco è fatto: Gossip Girl 2021 diverte, intrattiene ed è una serie al passo coi tempi. Meno drammatica rispetto all’originale, più “social” e frizzante, forte anche di una narrazione transmediale che giova parecchio alla sceneggiatura.

La serie può inoltre contare su una regia ritmata e mai noiosa, una fotografia irresistibilmente trendy e scenografia e costumi meravigliosi. Gli outfit dei ragazzi sono pazzeschi in ogni episodio, le location scelte, tra rooftop, loft, club e caffè, sono tutte alla moda e da inserire come tappe obbligatorie nel prossimo viaggio a New York.

Gossip Girl 2021 non è il Gossip Girl a cui siamo abituati, è un prodotto diverso, con i suoi pregi e i suoi difetti, ma senza dubbio con una personalità ben delineata e fortemente contemporanea. Un guilty pleasure assolutamente imperdibile se siete appassionati di teen drama e, soprattutto, dell’élite di Manhattan.

- Pubblicità -