Grey’s Anatomy 14 su La7 lunedì 28 gennaio, le anticipazioni

Grey’s Anatomy 14 su La7 due nuovi episodi lunedì 28 gennaio

Archiviato lo storico traguardo del 300° episodio, è tempo di guardare avanti per Grey’s Anatomy e per i medici dell’ospedale: arrivano due nuovi episodi in prima tv in chiaro su La7 lunedì 28 gennaio. 

Particolarmente importante il secondo episodio di lunedì 28 gennaio, il nono della quattordicesima stagione di Grey’s Anatomy perchè dedicato alla violenza sulle donne e proprio per questo il titolo originale dell’episodio corrisponde al numero anti-violenza, cui le donne possono rivolgersi in caso di difficoltà.

Grey’s Anatomy 14 gli episodi di lunedì 28 gennaio

L’ottavo episodio della quattordicesima stagione di Grey’s Anatomy in onda il 28 gennaio su La7 si intitola Fuori dal nulla (Out of Nowhere che richiama un brano di Miles Davis). Nell’episodio dopo la vittoria del premio Harper Avery, Meredith viene intervistata da una rivista specializzata. Mentre Jo si ritrova ad affrontare il suo primo giorno come capo degli specializzandi, Ben continua la preparazione per diventare un vigile del fuoco. All’improvviso però tutto l’ospedale si blocca: un gruppo hacker ha messo sotto scacco l’ospedale e il suo sistema informatico che controlla tutto dai macchinari alle schede dei pazienti.

La richiesta dei terroristi è di 20 milioni di dollari, i dottori sono nel panico e sarà il decano Webber a spiegare agli specializzandi come muoversi senza l’aiuto della tecnologia. Per scoprire se il piccolo paziente di Alex ha già assunto un farmaco fondamentale – senza consultare la cartella clinica – Jo decide di interrogare tutto il personale infermieristico, fino a ricostruire le somministrazioni fatte al piccolo. Ma proprio mentre corre da Alex per comunicargli il risultato della sua ricerca, s’imbatte in un volto conosciuto: quello di Paul, il suo ex marito. L’episodio è diretto da Kevin McKidd interprete di Owen nella serie.

Il nono episodio è Quattro Stagioni in un giorno, in originale il titolo è 1-800-799-7233, come detto in precedenza si tratta del numero nazionale contro le violenze domestiche negli USA. Jo finalmente affronta il marito violento, Paul Stadler (che nel frattempo ha dato una mano come chirurgo durante la crisi ospedaliera) e ovviamente vengono coinvolti anche Alex e Meredith. Insieme a Paul c’è la sua nuova compagna, con la quale Jo riesce ad avere un breve colloquio per testimoniare la sua esperienza di abusi ricevuti e durante il quale comprende che anche lei è una vittima di Paul. Nel frattempo c’è però da risolvere l’attacco hacker insieme all’FBI ma a risolvere la situazione sarà uno dei nuovi specializzandi.

Grey’s Anatomy 14 cosa ci aspetta

Tra le novità più importanti della quattordicesima stagione di Grey’s Anatomy c’è il ritorno nel ruolo di showrunner di Krista Vernoff che aveva già guidato la serie nelle prime sette stagioni, transitata poi per Showtime. Il suo arrivo riporta nella serie toni più leggeri oltre a qualche cambiamento come l’arrivo di Stefania Spampinato attrice e modella siciliana che sarà la sorella di Andrew De Luca (Giacomo Gianniotti), una ginecologa esperta in sessuologia e “piacere” che avrà diversi scambi divertenti in italiano (almeno in originale) con il fratello.

Nella quattordicesima stagione non rivedremo Eliza (Marika Dominczyk) con cui Arizona (Jessica Capshaw) aveva una relazione, licenziata dalla Bailey (Chandra Wilson), così come lascia la serie Stephanie (Jerrika Hinton) dopo l’incendio del finale della scorsa stagione.

La quattordicesima stagione vedrà l’arrivo di nuovi tirocinanti, ma segnerà anche l’avvio dello spinoff Station 19 dedicato agli operatori di primo soccorso della città, legato alla decisione di Ben, il marito della Bailey, di lasciare la medicina per diventare pompiere.

Amori, relazioni, crisi, tensione, medicina, divertimento sono gli ingredienti di questa storica serie tv che da oltre 15 anni continua a tenere incollati milioni di spettatori davanti alla tv.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here