Il Commissario Gamache – Misteri a Three Pines, il giallo bianco come la neve su Sky e NOW

Arriva in Italia su Sky Investigation e NOW in streaming la serie “gialla” Three Pines diventata per noi Il Commissario Gamache – Misteri a Three Pines, un titolo adatto per far capire subito che si tratta di un poliziesco e rimandare a quei “commissari” famosi della tv (anche se il protagonista Gamche al massimo potremmo definirlo ispettore). La serie è una produzione Left Banks distribuita da Sony che in molti paesi è stata rilasciata il mese scorso su Prime Video compresi USA, Canada, UK e Australia.

Ispirata ai romanzi di Louise Penny, la serie vede Alfred Molina come protagonista. L’attore di origini ispanico-italiane ma nato a Londra, interpreta un poliziotto canadese francofono che parla inglese con accento francese (almeno in originale). La saga è composta da 18 romanzi pubblicati dal 2005 in poi e nella serie tv ogni caso viene risolto nell’arco di due puntate.

Il Commissario Gamache – Misteri a Three Pines la trama

Il Commissario Gamache – Misteri a Three Pines è un poliziesco “character driven” costruito cioè intorno alla figura del protagonista, come nei procedurali di questo genere, al centro della serie ci sono diversi casi, ma invece di esser risolti nell’arco di una puntata, vengono risolti nell’arco di due. Accanto a questi casi nella serie viene aggiunta una trama orizzontale non presente nei romanzi, legata alla scomparsa di ragazze indigene. Mentre le famiglie protestano per l’assenza di indagini da parte della polizia, Gamache si appassiona alla vicenda in particolare della scomparsa di Blue Two Rivers e decide di aiutare la famiglia.

Il Commissario Gamache – Misteri a Three Pines la recensione

Un giallo a tinte bianche. Giocando con il doppio significato dei colori, potremmo definire così la nuova serie di Sky e NOW Il Commissario Gamache – Misteri a Three Pines. Un poliziesco immerso nel bianco candido della neve canadese, ma anche immerso in un’atmosfera serena e rarefatta in cui non si sente la necessità di stupire lo spettatore con storie sorprendenti, assurde, esagerate, ma di lasciare che siano i personaggi a parlare. Un intrattenimento per adulti consapevoli, per chi ama lasciarsi trasportare senza sentire il bisogno della condivisione estrema.

Three Pines ci conduce in territori poco battuti dalla serialità, tra curling e tempeste di neve, ma soprattutto affronta un tema particolarmente sentito come quello della scomparsa di ragazze indigene. Pur essendo dall’altra parte del mondo, quando nel giro di pochi mesi ti rendi conto che diverse serie (anche Alaska Daily ha lo stesso tema) affrontano un determinato tema, ti rendi conto di quanto possa essere importante parlarne. La scelta di inserire una storyline così sensibile, dimostra la voglia della serie di lasciare il segno, sperando di aprire un dibattito nazionale sulla vicenda di queste giovani donne che troppo spesso vengono ignorate.

A impreziosire la serie c’è la presenza di Alfred Molina che incarna un classico detective bonaccione ma tenace, dolce e tosto, capace di guardare negli angoli più nascosti per scovare la soluzione del caso su cui sta indagando. Un uomo dotato di una profonda sensibilità che lo rende unico nel suo mestiere. Tutto questo trasforma Three Pines da un procedurale “normale” a una serie da non perdere.

Il cast

A guidare il cast di Il Commissario Gamache – Misteri a Three Pines, c’è Alfred Molina nei panni appunto di Armand Gamache. Accanto a lui Rossif Sutherland è Jean-Guy Beauvior, Elle-Maija Talifeathers è Isabelle Lacoste, Tantoo Cardinal è Bea Mayer, Clare Coulter è Ruth Zardo, Sara Booth è Yvett Nichol.

Panoramica Recensione
  • - 8/10
    8/10

Riassunto

Un giallo a tinte bianche. Un poliziesco immerso nel bianco candido della neve canadese, ma anche immerso in un’atmosfera serena e rarefatta in cui non si sente la necessità di stupire lo spettatore con storie sorprendenti, assurde, esagerate, ma di lasciare che siano i personaggi a parlare. Un intrattenimento per adulti consapevoli, per chi ama lasciarsi trasportare senza sentire il bisogno della condivisione estrema.

Voto:
8/10
8/10
Riccardo Cristilli
Riccardo Cristilli
Per andare da A a B passereste prima per C? Se si perchè? e D? Non rischia di offendersi se non gli facciamo nemmeno un saluto? Ma soprattutto, che razza di bio è questa? Siete sicuri di volere una biografia? Mi trovate su Fb/tw/G+/pinterest/instagram/linkedIn come Riccardo Cristilli, il modo più semplice per farvi i fa....ehm conoscermi meglio. Per comunicati, eventi, news sulle serie tv scrivete a [email protected] o [email protected]