Il Pentavirato su Netflix, è una satira sulla follia del presente tra cospirazioni e il gusto assurdo di Mike Myers

Il Pentavirato
The Pentaverate. (L to R) Mike Meyers as Lord Lordington, Mike Myers as Mishu Ivanov, Mike Myers as Shep Gordon, Mike Myers as Bruce Baldwin in episode 101 of The Pentaverate. Cr. Courtesy of Netflix © 2022
- Pubblicità -

Recensione Il Pentavirato la divertente satira sul presente del canadese Mike Myers

Il Pentavirato è una folle e divertente miniserie in 6 episodi, disponibile da oggi giovedì 5 maggio su Netflix. Scritta, creata e multi-interpretata da Mike Myers, la miniserie ci porta nei meandri di una società segreta che protegge l’umanità formata da 5 membri, come suggerisce il nome.

Mike Myers ci fa rituffare nelle atmosfere del suo Austin Powers, con personaggi grotteschi e una storia surreale, ma ricca di trovate divertenti, di battute e soprattutto con una forte satira sul social. Myers da canadese, mette alla berlina la deriva complottista della società americana, tra predicatori radiofonici dalla fede politica facilmente identificabile, che mescolano bugie e verità e inventano storie immaginarie per il loro pubblico.

Una serie per millennials (e generazione X)

Mike Myers porta su Netflix una satira capace di mischiare punzecchiature sul presente a elementi di una comicità fisica, più basica. Il Pentavirato o The Pentaverate è una serie adatta per i Millennials che si divertivano con i doppi sensi di Austin Powers o di Scary Movie, decisamente lontane dalla sensibilità attuale. Ma senza usare quello stesso stile di comicità di un tempo. C’è un’atmosfera complessivamente più educata ed edulcorata e alcune delle soluzioni più simpatiche sono gli interventi del “signor Netflix” che cerca di censurare i peni in una scena orgiastica.

Nulla di innovativo. Gran parte delle battute e delle scelte narrative del Pentavirato hanno un retrogusto vintage. Proprio come le scene dei computer o le ricostruzioni di certi ambienti, che rimandano sempre a quel mondo caro a Mike Myers. Eppure, forse anche per questo, o forse perchè chi vi scrive è un millennial che a volte si diverte anche con la comicità più semplice, Il Pentavirato è un prodotto riuscito. Se finora Netflix aveva cercato un successo comico imitando (male) le multi-camera della tv generalista, stavolta cerca una strada alternativa. E forse è quella giusta. Mike Myers riuscirà a portare una commedia in Top Ten su Netflix?

Mike Myers è abile nell’interpretare 8 diversi personaggi dando a ciascuno una sua personalità e non risultando “cringe” come successo a Catherine Tate in Hard Cell. La decisione di Tate di interpretare più personaggi si è dimostrata un fardello per una serie che aveva molto di più oltre alle sue caricature. In questo caso le caricature di Myers risultano coerenti rispetto al complesso del racconto sia perchè non hanno delle scenette dedicate ma sono integrate nel racconto, ma anche perchè tutti i personaggi sono caricature. Basti pensare a Patty la “segretaria” del Pentavirato che ricorda la Joan di Mad Men (naturalmente in versione caricaturale), o ai vari personaggi che popolano la serie.

Il Pentavirato, la trama

Il Pentavirato trama – Un improbabile giornalista canadese, in cerca di uno scoop per salvare la sua carriera, finisce sulle tracce di una società segreta chiamata Il Pentavirato che dal 1347 sorveglia l’umanità. C’è una sola regola: deve restare sempre segreta. Ken Scarborough parte così per una missione sotto copertura che lo porterà a scoprire la verità su questa società segreta e a risolvere un intricato mistero.

Il cast

  • Mike Myers interpreta 8 personaggi: Ken Scarborough; Anthony Lansdowne, Rex Smith, Lord Lordington, Shane Salanitri, Mishu Ivanov, Shep Gordon, Jason Eccleston
  • Ken Jeong è Skip Cho
  • Keegan-Michael Key è il dottor Hobart Clark
  • Debi Mazar è Patty Davis
  • Richard McCabe è Pikeman Higgins capo delle guardie del Licehtenstein
  • Jennifer Saunders è il Maester di Dubrovnik e la Saester di Dubronvik
  • Lydia West è Reilly Clayton
  • Rob Lowe e Maria Menounos interpretano versioni di loro stessi

è da vedere se…

amate la comicità diretta e surreale di Mike Myers tra esagerazioni e doppi sensi. Avendo un gusto per la comicità molto personale è difficile rintracciare delle serie tv simili a Il Pentavirato, probabilmente se vi sono piaciute Upload, Hard Cell, Arrested Development potrebbe fare al caso vostro.  Per il resto potete sempre usare l’app di TV Tips e di usare la funzione “Match” dopo aver visto la serie, con la quale potete scoprire la prossima serie da guardare, con consigli legati ai vostri interessi.

- Pubblicità -
PANORAMICA RECENSIONE
Riccardo Cristilli
7
Il Pentavirato recensione della comedy Netflix con Mike Myers dal 5 maggio in streaming, la trama, il cast perchè funzionail-pentavirato-recensione-netflix-mike-myers-serie-tv-trama-cast-opionioni-voto-top-ten