Illuminate lunedì 19 ottobre protagonista Gae Aulenti su Rai 3 con Matilde Gioli

illuminate

Illuminate su Rai 3 la quarta e ultima puntata lunedì 19 ottobre è su Gae Aulenti con Matilde Gioli

Quarto e ultimo appuntamento con la nuova edizione di Illuminate su Rai 3 lunedì 19 ottobre in seconda serata, alle 23:15 circa. Terza edizione della docu-serie composta da 4 puntate prodotte da Anele in collaborazione con Rai3, che raccontano quattro icone italiane, con la puntata di stasera dedicata ad Renata Tebaldi con Serena Autieri.

Incrociando narrazione cinematografica, documenti d’archivio e testimonianze dirette, i quattro docu-film ripercorrono le vicende di quattro donne italiane straordinarie che si sono distinte in diversi ambiti trasformando la propria esistenza in esempio per le generazioni future. A guidare il racconto, quattro attrici italiane che condurranno il telespettatore attraverso queste storie esemplari: Lucia Mascino (per Sandra Mondaini, trasmessa lunedì 28 settembre), Claudia Gerini (per Alda Merini), Serena Autieri (per Renata Tebaldi) e Matilde Gioli (per Gae Aulenti). Le puntate sono disponibili su Rai Play in streaming sia live che on demand per rivedere le puntate.

La puntata del 19 ottobre

Matilde Gioli ci porta nel mondo di Gae Aulenti, famosa architetta capace di lasciare il segno nelle nostre città. Piazzale Cadorna, la Casa Studio Gae Aulenti sede dell’Archivio Gae Aulenti, le Scuderie del Quirinale, luoghi valorizzati dalla sua mente geniale e rivoluzionaria, sono gli spazi iconici che fanno da sfondo al racconto di Matilde Gioli che prende il via dall’Acquario Romano – Casa dell’Architettura dove è in corso l’allestimento di una mostra sugli architetti del XX secolo.

In quest’occasione Matilde Gioli conosce la nipote di Gae Aulenti Nina Artioli, che le farà da guida d’eccezione alla scoperta del grande architetto, ripercorrendo alcuni degli eventi più significativi della sua carriera internazionale: dalla creazione di alcuni oggetti cult di design, come la celebre lampada Pipistrello, alle straordinarie opere di architettura come il Museo d’Orsay, ricavato da un’ex stazione ferroviaria, passando per le esperienze sperimentali come il Laboratorio di Progettazione Teatrale di Prato curato dal suo grande amico Luca Ronconi.

Contribuiscono ad arricchire il racconto di una donna che con passione e determinazione si è fatta largo in un mondo fino ad allora maschile numerose testimonianze illustri di familiari, amici ed esperti del settore tra cui la figlia Giovanna Buzzi, l’architetto Stefano Boeri, l’imprenditore Francesco Micheli, Roberta Carlotto, erede dell’Archivio Luca Ronconi, l’attore Antonello Fassari, il pittore Tullio Pericoli, la giornalista Lina Sotis, la gallerista Antonia Jannone e l’architetto e assistente di Gae Aulenti Vittoria Massa.