Italia’s Got Talent 2021 dal 27 gennaio su TV8. Le dichiarazioni dalla conferenza

Italia's Got Talent 2021

Italia’s Got Talent 2021 accende i motori e partirà da mercoledì 27 gennaio su TV8. Le dichiarazioni dalla conferenza

Tutto è pronto per la nuova edizione di Italia’s Got Talent 2021, da mercoledì 27 gennaio in prima visione assoluta alle 21.30 su TV8 e Sky Uno anche in streaming su tv8.it e Now Tv con sette puntate di audizioni e la finale live.

Confermati i super giudici Frank Matano, Mara Maionchi, Federica Pellegrini, Joe Bastianich nonché il ritorno, dopo la maternità, della traghettatrice di talenti Lodovica Comello. In questa edizione ancora alle prese con la situazione sanitaria, nel rispetto delle normative anti-Covid, è stato allestito un nuovo impianto scenografico non solo per la zona palco – dove gli artisti sia singolarmente sia in gruppo si sono esibiti in totale sicurezza – ma anche per la platea, costituita da nuclei familiari, conviventi e dalle persone che in base alle disposizioni vigenti non sono soggette al distanziamento interpersonale.

Da venerdì 25 settembre 2020 a domenica 11 ottobre 2020 si sono svolte le audizioni a Roma al Teatro 5 di Cinecittà, dove gli artisti hanno portato il loro talento davanti ai giudici. Nella scorsa edizione a trionfare è stato il ventriloquo Andrea Fratellini e il suo pupazzo Zio Tore, davanti a Francesco Carrer e Claudia Lawrence.

Oltre ai Golden Buzzer dei giudici torna il Golden Buzzer del pubblico alla fine della settima puntata, infatti, sarà aperta una votazione online e il pubblico potrà così votare e scegliere il proprio finalista, che diventerà ufficialmente il dodicesimo finalista in gara. A ogni esibizione con 3 SI si passa il turno, chi viene “buzzato” dai 4 giudici deve invece fermarsi immediatamente.

Le dichiarazioni dalla conferenza stampa:

Joe Bastianich: L’esperienza dell’anno scorso è stata bellissima. Il Golden Buzzer è il momento più personale per il giudice: è la massima espressione di emozione. Capisci anche la personalità di ognuno di noi.

Mara Maionchi: Mi diverto e quindi divertendomi prendo il la. Un giudizio sui miei colleghi? Matano è simpaticissimo; Pellegrini è diventata una grande bella donna, piacevole e sciolta. Bastianich fa l’americano; su lancia sul palco.

Frank Matano: Ho tanta stima di questo format e questo programma. Sono il veterano ed è sempre bello essere qua.

Federica Pellegrini: C’è una bellissima armonia al tavolo dei giudici. Non vedevo l’ora di partire con questa nuova produzione perché mi sono affezionata a tutti. È uno “stacco” che mi fa bene e lo vivo con piacere e gioia.

Lodovica Comello: Faccio la mamma in tutti i sensi. Mai come quest’anno una giuria incontenibile e indisciplinata. Ho visto tante situazioni nuovi per un’edizione pazzesca.

Remo Tibaldi (Senior Director Sky Terrestrial Channel): Ripartiamo con un anno spumeggiante. ITG è il primo show dell’anno che mandiamo in onda, il pilastro dell’intrattenimento di questo canale. Quest’anno ci vuole più leggerezza rispetto alle altre edizioni, questa è l’undicesima e la sesta di Sky. È veramente una pietra miliare della nostra programmazione. Torna la nostra giuria super affiatati e artisti internazionali. In un anno così complesso siamo riusciti a portare in scena lo show, facendo un grande lavoro.

Nils Hartmann (Direttore Produzioni Originale Sky): È incredibile vedere tutta questa energia in questo momento. Questo è un pilastro di TV8 e degli Sky Original. Siamo riusciti a portare questo show nonostante la situazione è veramente miracolosa, ma non solo questo. Anche gli altri grandi pilastri dei nostri canali. Portare dell’intrattenimento a casa delle persone adesso è un’impresa e ne siamo orgogliosi. Tornano i giudici, torna il talento e loro quattro si divertono, e questo viene trasmesso anche a casa.

Gabriele Immirzi (CEO Fremantle Italy): È un successo mondiale questo format e le ragioni sono intrinseche al format. Nella tv free non c’è un programma con una cura e una qualità di confezione così elevata. Il risultato è fenomenale e questo è merito di un gruppo di lavoro affiatato.