La Boheme su Rai 3 stasera venerdì 8 aprile, il terzo film opera di Mario Martone

Boheme
- Pubblicità -

La Boheme venerdì 8 aprile su Rai 3 il film opera di Mario Martone

Venerdì 8 aprile si va all’opera su Rai 3. In prima serata alle 21:20 arriva La Boheme, film-opera diretto da Mario Martone, prodotto da Rai Cultura e dal Teatro dell’Opera di Roma. Si tratta del terzo film dopo Barbiere di Siviglia e la Traviata, un progetto nato durante la pandemia per portare il teatro in tv.

Corrado Augias introdurrà la serata. Il film è stato realizzato nei Laboratori di Scenografia del Teatro dell’Opera di Roma, in via dei Cerchi: un affascinante edificio di archeologia industriale, tra officine per scenografi-pittori, depositi immensi di costumi e attrezzeria scenica e una falegnameria. Un set ideale per rappresentare l’opera di Giacomo Puccini, offrendo un punto di vista inedito non più lo spazio vuoto della platea del teatro chiuso, ma il dietro le quinte, dove l’opera si costruisce. A dirigere l’orchestra c’è Michele Mariotti, direttore del Teatro dell’Opera di Roma.

La Boheme di che parla

Per i digiuni di opera vediamo di che parla la Boheme di Giacomo Puccini su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, tratta dal romanzo Scene della vita di Boheme di Henri Murger. L’opera in 4 atti è stata rappresentata per la prima volta nel 1896.

Curiosamente l’opera nasce da un sfida tra Puccini e Ruggero Leoncavallo che gareggiavano a chi scriveva prima un’opera dalla stessa fonte. Naturalmente quella di Leoncavallo è sconosciuta o quasi. Al centro dell’opera c’è la vita di alcuni giovani artisti bohemien nella Parigi del 1830.

Quattro amici, il poeta Rodolfo, il pittore Marcello, il musicista Schaunard e il filosofo Colline, vivono spensierati in una misera soffitta di Parigi. Nei diversi atti si raccontano le loro peripezie, la ricerca di denaro, gli stenti, gli amori.

Il cast

Nella versione in onda stasera su Rai 3 Rodolfo è interpretato da Jonathan Tetelman, Federica Lombardi veste i panni della dolce Mimì. Nelle parti di Musetta e Marcello sono impegnati rispettivamente Valentina Naforniţă e Davide Luciano.

Schaunard è Roberto Lorenzi, Colline è Giorgi Manoshvili. Ancora nel cast troviamo Armando Ariostini (Benoît), Bruno Lazzaretti (Alcindoro), Giordano Massaro (un venditore ambulante), Vinicio Cecere (Parpignol), Daniele Massimi (un doganiere) e Alessandro Fabbri (sergente dei doganieri). Il Coro del Teatro è diretto da Roberto Gabbiani.

- Pubblicità -