La Grande Storia su Rai 3 racconta l’Italia degli anni ’50 stasera giovedì 18 agosto

Data:

- Pubblicità -

La Grande Storia su Rai 3 in prima serata per raccontare il Novecento. La seconda puntata di giovedì 18 agosto sull’ultimo anno del Terzo Reich

Prosegue l’appuntamento con La Grande Storia in prima serata su Rai 3 con 5 nuovi appuntamenti per raccontare la storia dal vivo nei luoghi, volti, storie che hanno fatto il Novecento. Ogni puntata sarà costruita intorno al racconto in studio di Paolo Mieli accompagnato da diversi servizi e documentari per raccontare gli eventi, i movimenti che hanno segnato la nostra storia. Giovedì 18 agosto il secondo appuntamento è dedicato agli anni ’50 in Italia.

Giovedì 18 agosto, l’argomento della puntata

Il secondo appuntamento de La Grande Storia stasera giovedì 18 agosto 2022 su Rai 3 alle 21:20 (anche in streaming su Rai Play) con Paolo Mieli racconta i giovani nell’Italia degli anni Cinquanta, la generazione di passaggio dopo la guerra. Gli anni del boom economico ma anche un periodo con una società ancora legata ai valori tradizionali, in cui la famiglia è custode di valori sicuri e immutabili, con ruoli netti e chiari per uomini e donne.

- Pubblicità -

Una società dalle grandi differenze sociali, in cui il Sud Italia in cui permangono sacche di povertà è segnato dalla migrazione verso un Nord industriale dove la modernità comincia ad affacciarsi. Il costume e la morale nell’Italia degli anni Cinquanta in cui la Chiesa cattolica fa sentire tutto il suo peso e la sua influenza. Il modello della castità per le giovani donne e una sessualità che non va mai nominata.

Per finire la generazione dei baby boomers, i figli del “miracolo economico”, che nell’Italia degli anni Sessanta si approprieranno della scena pubblica. Musica, moda, costume, ribellione a un mondo di adulti nei quali i giovani non possono né vogliono riconoscersi più.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Siamo la redazione di dituttounpop... Lo sappiamo, sembra un'entità indefinita, una cosa brutta, ma tranquilli è sempre un umano a scrivere questi articoli... o meglio più di uno di solito. Per questo usiamo questo account. Per sapere chi siamo c'è la pagina "Redazione" in fondo... facile vero? Ci trovate anche sui social. Ciao.