La Legge di Lidia Poët, Netflix racconta la prima avvocata con Matilda De Angelis, trama e trailer

Annunciata da diversi mesi, arriva dal 15 febbraio 2023 su Netflix La Legge di Lidia Poët, una serie in sei episodi che racconta la storia vera della prima donna iscritta all’Ordine degli avvocati. Eleonora Andreatta porta così su Netflix la fiction biografica che tanto successo ha avuto sulla Rai, adattandola al gusto pop e giovane della piattaforma. Storie di formazione, di crescita, di persone in grado di cambiare la storia. Prodotta da Groenlandia di Matteo Rovere, la serie è creata da Guido Iuculano e Davide Orsini e dal 15 febbraio, un mercoledì, sarà in tutti i paesi in cui Netflix è presente.

La Legge di Lidia Poët un period drama biografico

La legge di Lidia Poët è ambientato a Torino a fine 1800. La corte di Appello di Torino dichiara illegittima l’iscrizione di Lidia all’albo degli avvocati, impedendole di esercitare in quanto donna. Così decide di andare a lavorare dal fratello Enrico, avvocato anche lui, così da preparare il ricorso. Lidia Poët

Lidia Poët è una donna che ha uno sguardo che va oltre l’epoca in cui vive e per questo finisce per essere esclusa. La sua caparbietà è la sua qualità migliore. Assiste gli indagati cercando la verità oltre apparenze e pregiudizi. Ad aiutarla c’è Jacopo, giornalista e cognato di Lidia che la guida nei mondi nascosti di Torino. La vita di Lidia Poët si trasforma così in un light procedural per raccontare la storia della prima avvocata d’Italia.

Il cast

La serie è diretta da Matteo Rovere e Letizia Lamartire e scritta da Guido Iuculano, Davide Orsini, Elisa Dondi, Daniela Gambaro e Paolo Piccirillo. Nel cast oltre a Matilda De Angelis nel ruolo di Lidia Poët, troviamo Eduardo Scarpetta in quelli di Jacopo Barberis il giornalista che aiuta Lidia. Pier Luigi Pasino è Enrico Poët, mentre Sara Lazzaro e Sinéad Thornhill sono rispettivamente Teresa Barberis, moglie di Enrico, e Marianna Poët, la loro figlia. Dario Aita è Andrea Caracciolo.

Riccardo Cristilli
Riccardo Cristilli
Per andare da A a B passereste prima per C? Se si perchè? e D? Non rischia di offendersi se non gli facciamo nemmeno un saluto? Ma soprattutto, che razza di bio è questa? Siete sicuri di volere una biografia? Mi trovate su Fb/tw/G+/pinterest/instagram/linkedIn come Riccardo Cristilli, il modo più semplice per farvi i fa....ehm conoscermi meglio. Per comunicati, eventi, news sulle serie tv scrivete a [email protected] o [email protected]