La soffiatrice di vetro la trama del film stasera su Rai Premium giovedì 21 gennaio

La soffiatrice di vetro
- Pubblicità -

La soffiatrice di vetro il film stasera su Rai Premium giovedì 21 gennaio nella serata per l’iniziativa Obiettivo Mondo

La soffiatrice di Vetro è il film scelto per giovedì 21 gennaio in prima serata da Rai Premium (canale 25 del digitale terrestre) tratto dal romanzo omonimo di Petra Durst- Benning e parte di una serata dedicata all’iniziativa Obiettivo Mondo.

Si tratta di un film tv tedesco quindi non è uscito al cinema e non ci sono dati sugli incassi nè è disponibile altrove se non su Rai Play.

- Pubblicità -

La soffiatrice di Vetro la trama del film su Rai Premium

Scopriamo insieme la trama del film stasera su Rai Premium La Soffiatrice di Vetro per capire se possa essere adatto alla nostra prima serata.

Al centro del film c’è il riscatto di due sorelle, che nel tardo Ottocento, sfidano le convenzioni e dimostrano il loro talento e la loro tenacia misurandosi con un lavoro considerato, fino a quel momento, appannaggio degli uomini.

Il cast

  • Luise Heyer: Johanna Steinmann
  • Maria Ehrich: Marie Steinmann
  • Franz Dinda: Thomas Heimer
  • Dirk Borchardt: Friedhelm Strobel
  • Robert Gwisdek: Peter Maienbaum
  • Max Hopp: Wilhelm Heimer
  • Ute Willing: Witwe Grün
  • Johanna Bittenbinder: Marianne Bohn
  • Marc Barthel: Steven Miles
  • Adam Richard Grimm: Juri

Cos’è Obiettivo Mondo

L’iniziativa Obiettivo Mondo pone l’attenzione i 17 punti per lo sviluppo della sostenibilità elencati nell’Agenda 2030: l’istruzione, l’energia, la disoccupazione, l’inclusione, la povertà, il bullismo etc. La finalità del progetto è, attraverso una moltitudine i linguaggi nuovi, classici e sperimentali, divulgare gli obiettivi dello sviluppo sostenibile sensibilizzando con l’intrattenimento il pubblico. Protagonista della serata è il punto 8 dell’agenda 2030: “lavoro dignitoso per tutti”.

In seconda serata va così in onda il documentario “Povere ma belle”, un racconto reale di come l’occasione di “un taglio solidale”, offerto da una parrucchiera, può diventare occasione di condivisione e di speranza per donne che affrontano i problemi di una difficile sopravvivenza. Sono italiane, di differente età e di differente provenienza, giovani mamme, pensionate, single, vedove e professioniste. Diverse eppure tutte hanno in comune il fatto di essersi ritrovate a dover fare i conti con la crisi economica. Mese dopo mese queste donne hanno dovuto rinunciare alle loro abitudini e la cura della loro persona è finita all’ultimo posto dei loro pensieri. Per chiunque sentirsi a disagio nel proprio corpo incide profondamente sull’anima e la trascuratezza arriva a minacciare la sfera della propria dignità personale.

- Pubblicità -