LaF la programmazione per le feste tra documentari e grandi classici

laf
Sidney Parker (THEO JAMES), Charlotte Heywood (ROSE WILLIAMS), Miss Lambe (CRYSTAL CLARKE), Lady Denham (ANNE REID), Tom Parker (KRIS MARSHALL)

laF la programmazione per le feste dal 21 dicembre al 6 gennaio da Sandition ai programmi che raccontano un’Italia inedita

LaF canale 135 di Sky si prepara per le feste di Natale con una programmazione speciale dal 21 dicembre al 6 gennaio con il meglio dei propri programmi, serie tv e documentari.

Si potranno rivedere tutti i protagonisti e i talent che in questi 12 mesi hanno firmato il suo esclusivo racconto di intrattenimento culturale di qualità per portare i telespettatori alla scoperta delle bellezze del nostro mondo da preservare e coinvolgerli in un viaggio nella società italiana in cambiamento, con un occhio particolare alle tematiche green, e nella letteratura internazionale con la migliore serialità tratta dai grandi classici e dai bestseller e con documentari dedicati ai protagonisti della cultura dell’ultimo secolo.

Tornano i grandi classici su laF

A grande richiesta tornano in tv su LaF i classici della letteratura. il 25 dicembre e 1 gennaio viene riproposta Sandition (già su Sky Box Sets) serie-evento tratta dall’omonimo romanzo incompiuto di Jane Austen firmata dallo sceneggiatore premio BAFTA Andrew Davies con protagonisti gli affascinanti Rose Williams e Theo James. Torna Poldark con le ultime due stagioni alle 19 tutti i giorni insieme a I Durrell con la terza e quarta stagione.

In prima serata il martedì è dedicato al brivido con la stagione 2 e 3 di Cardinal, il thriller canadese che ha conquistato critica e pubblico tratto dai romanzi di Giles Blunt e interpretato da Billy Campbell; mercoledì 23 dicembre invece va in scena in un’unica serata Lo Stato dell’Unione, acclamata miniserie vincitrice di 3 Emmy Awards scritta da Nick Hornby, diretta da Stephen Frears e interpretata da Rosamund Pike e Chris O’Dowd, per raccontare la vita e l’amore al tempo della Brexit.

Viaggio in Italia

Un altro filone della programmazione di laF è il viaggio nell’Italia che cambia. Così il 26 e 27 dicembre viene riproposto Quello che è – Nuove storie italiane, di Antonio Dikele Distefano che racconta Senza stereotipi l’Italia multiculturale e pluridentitaria di oggi attraverso storie eccellenti di sport, musica, cucina, lavoro, spettacolo e cultura.

I globetrotter Simone Chiesa e Anna Luciani in Torno a vivere in Italia danno voce agli “italiani di ritorno”, che, in controtendenza rispetto al fenomeno della “fuga di cervelli”, hanno scelto di riportare nel nostro Paese le competenze acquisite all’estero (in onda in prima tv il lunedì alle 21.10); gli italiani che invece decidono di lasciare le grandi città per rifugiarsi nei piccoli borghi o in campagna sono raccontati da Arianna Porcelli Safonov in Scappo dalla città (in onda dal 23 dicembre alle 20.40); spetta infine al biologo e divulgatore Raffaele Di Placido portare alla luce un’Italia sorprendentemente creativa e innovativa in tema di ambiente e sostenibilità con A qualcuno piace green (dal 23 dicembre alle ore 20.10).

Capodanno Green

Il 31 dicembre laF chiude la programmazione dell’anno con due documentari a tema green: si inizia alle 22.10 con 7.7 miliardi: come si vive sulla Terra?, in cui il naturalista e giornalista BBC Chris Packham si interroga sugli effetti della sovrappopolazione sul nostro pianeta e sul nostro ecosistema, mentre alle 23.10 si prosegue con 2040 – Salviamo il Pianeta!, in cui il pluripremiato regista e attore australiano Damon Gameau racconta attraverso una “lettera visiva” alla figlia un futuro sostenibile ed equo già possibile oggi grazie a donne e uomini impegnati ogni giorno contro il cambiamento climatico.

I grandi reporter internazionali

Un altro lato della programmazione laF è quello che guarda al mondo con i programmi realizzati da reporter internazionali come  l’ingegnere e navigatore francese Corentin de Chatelperron, ambasciatore dell’ecosostenibilità protagonista di Cambio di rotta – Idee green per tutti che a bordo dell’innovativo catamarano “Nomade Dei Mari” gira intorno al mondo alla scoperta di inventori ed esperti che stanno cercando soluzioni semplici e low tech per salvaguardare il pianeta e le sue risorse (in onda da lunedì a venerdì alle 15.30).

Il giornalista BBC e reporter Simon Reeve, torna alla scoperta dei Paesi più belli del mondo e delle persone che ogni giorno lottano per preservarli con I viaggi di Simon Reeve, da lunedì a venerdì alle 16.00.  Giovedì alle 21:10 il giornalista francese Philippe Gougler, protagonista del viaggio ecosostenibile a bordo di locomotive e carrozze con i nuovi episodi in prima tv assoluta di Incredibili viaggi in treno. Dal lunedì al venerdì alle 17:20 arrivano i videomaker Marine Madrila Louis Martin, che in Possiamo mangiare da voi? vanno alla scoperta delle culture gastronomiche del mondo attraverso la condivisione con gli abitanti il momento privilegiato del pasto e a seguire alle 17:55 lo chef Benjamin Darnaud in L’esploratore del gusto va infine alla scoperta invece del valore dell’agricoltura e dei prodotti a km0.

La Befana della Cultura

Questa programmazione per le feste si chiude mercoledì 6 gennaio con una speciale programmazione dedicata alla cultura e ai suoi protagonisti: alle 16:00 si inizia con Fuoco sacro – Il talento e la vita, con le puntate dedicate ad Alda Merini e a Cesare Pavese, interpretati da Federica Fracassi e Pietro De Silva e con la narrazione di Paolo Di Paolo; alla 17.10 va in onda la trilogia di documentari dedicati a tre grandi protagonisti della cultura del Novecento, Gianni Rodari (Rodari 2.0 – Spazio alla parola, narrato dal pioniere del rap Frankie hi-nrg), Sigmund Freud (Freud 2.0 – Il destino di un pensiero che ha cambiato il mondo, narrato dalla scrittrice e pronipote Esther Freud), George Orwell (Orwell 2.0 – Il lato oscuro del progresso, con la testimonianza del figlio adottivo Richard Horatio Blair ed Elena Russo Arman nei panni della prima moglie Eileen O’Shaughnessy); alle 21.10, per laeffeFilm Festival, è previsto Il grande quaderno, lungometraggio tratto dal primo libro della Trilogia della città di K di Ágota Kristóf.