Le Parole non in onda sabato 16 aprile: Blob su Monica Vitti e Sapiens Files su Rai 3

- Pubblicità -

Le Parole con Massimo Gramellini non in onda sabato 16 aprile vigilia di Pasqua, al suo posto Sapiens Files di Mario Tozzi.

Le Parole della settimana non in onda sabato 16 aprile alle 20:20 su Rai 3. Massimo Gramellini si prende una pausa prima di Pasqua dal racconto dell’attualità che purtroppo nelle ultime settimane è sempre più dedicato alla guerra.

Non ci sarà quindi nessun monologo della Buonasera, non ci saranno gli approfondimenti di Roberto Vecchioni, le parole degli ospiti del programma, da quelli fissi come Veronica Pivetti o Saverio Raimondo, passando per il racconto dell’arte di Jacopo Veneziani, nè quelli che di puntata in puntata arrivano in studio e in collegamento.

Al posto de Le Parole di Massimo Gramellini non in onda sabato 16 aprile ci sarà una puntata di Sapiens Files, un racconto del mondo con Mario Tozzi. E subito dopo alle 21:30 la linea passa a Che Ci Faccio qui con Domenico Iannacone.

Blob speciale Monica Vitti

Nel sabato sera di Rai 3 appuntamento alle 20 con una puntata speciale di Blob dedicata a una delle più grandi attrici italiane scomparsa recentemente: Monica Vitti. Saranno 30 minuti per ripercorrere la vita e la carriera di Monica Vitti.

La puntata speciale di Blob su Monica Vitti sarà un modo per superare l’assenza de Le Parole di Massimo Gramellini non in onda stasera. Il racconto di Blob ci propone il ritratto di un’attrice dai mille volti e dalle continue metamorfosi, protagonista della trilogia dell’incomunicabilità di Antonioni e poi irresistibile mattatrice di alcuni dei capolavori della commedia all’italiana.

Nella puntata si proporrà un ritratto intimo e personale a partire esclusivamente dalle sue incursioni nel mondo della televisione. Dai servizi sul Festival di Cannes, in occasione della presentazione del film L’Avventura, alle “ospitate” nei varietà degli anni ’70, alle interviste più intime in cui Monica Vitti svela, con l’energia prorompente della sua comicità, le sue insospettabili fragilità. A conferma del fatto che il confine tra drammatico e comico è estremamente esile ed effimero.

- Pubblicità -