- Pubblicità -

Lou e la potenza creatrice e distruttrice delle donne – La recensione

Lou

Data:

- Pubblicità -

Lou trama e recensione del film su Netflix dal 23 settembre 2022

Lou è un film thriller del 2022, disponibile su Netflix dal 23 settembre 2022. Sceneggiato da Maggie Cohn e Jack Stanley, è diretto da Anna Foerster, mentre la produzione è affidata a JJ Abrams, Hannah Minghella e Jon Cohen di Bad Robot. Il cast è super: le due protagoniste sono infatti l’attrice premio Oscar Allison Janney e la candidata agli Emmy Jurnee Smollett, che ricordiamo anche per il suo ruolo in Spiderhead.

Adrenalinico e bagnato, questo film potrebbe entrare senza problemi nella Top Ten di Netflix. Al centro la storia di una donna che vive sola su un’isola, tormentata dal suo misterioso passato ha deciso di lasciare questa vita, ma il rapimento della figlia della sua vicina cambia la situazione e riporterà Lou al centro dell’azione.

Lou la recensione di un film da non perdere con attrici superlative

- Pubblicità -

Il nucleo di questo film sono le due donne protagoniste e le loro interpreti, che sono superlative. Hannah, giovane madre, ha subito per anni le violenze fisiche e psicologiche di Philip, ex membro dell’esercito chiaramente molto instabile e violento. Alla fine ha trovato la forza di ribellarsi, di cambiare vita e città, di imparare a utilizzare le armi. Ha protetto la sua bambina. Pensava di poter stare tranquilla, di aver finalmente trovato la serenità che cercava. Non era così. Lou è un personaggio chiuso, pratico, che si apre solo nella seconda metà del film, con un colpo di scena da lasciare a bocca aperta. Nel mezzo, il viaggio disperato di due donne che hanno in comune molto più di quello che pensavano, ma sono anche opposte. Se quella di Hannah è una potenza creatrice, infatti, quella di Lou è una potenza distruttrice che trova un briciolo di redenzione solo all’estrema fine.

É molto complesso recensire questo film senza spoilerarlo. Vedendolo, scoprirete perché. Non è un film allegro, è una storia di violenza, di traumi generazionali, di segreti e di incapacità, delle conseguenze disastrose di alcune azioni. Ma è anche una storia di forza, perseveranza, perdono. Di sangue, da diversi punti di vista.

Il trailer

Lou, la trama

Lou è una donna schietta, rude e solitaria, che vive su un’isola. Ha un passato misterioso che chiaramente la tormenta, tanto che ha deciso che ormai è ora di farla finita, ha messo in ordine i suoi averi, scritto una lettera ed è pronta a spararsi. Accanto a lei vive una ragazza giovane con la figlia, che da Lou affitta una casa. Anche lei ha chiaramente un segreto, inerente la figura misteriosa del padre della bambina, morto pochi mesi prima dell’inizio della vicenda.

Una notte un lungo temporale si abbatte sull’isola, e per le due donne vicine di casa tutto cambia. La bambina, infatti, viene rapita. La madre, Hannah, è sicura che a farlo sia stato il padre, lo stesso che doveva essere morto. Lou e la sua vicina di casa si lanceranno in una missione di salvataggio che metterà alla prova i loro limiti esponendo scioccanti e terribili segreti del loro passato.

La locandina

lou Netflix

Il cast

  • Jurnee Smollett è Hannah
  • Allison Janney è Lou
  • Logan Marshall-Green è Philip
  • Greyston Holt è Chris
  • Marci T. House
  • Jaycie Dotin
  • Matt Craven
  • Toby Levins
  • Ridley Asha Bateman
- Pubblicità -

RECENSIONE

Priscilla Lucifora
7

RIASSUNTO

Lou è un film d'azione intenso retto dalle due ottime interpreti. Non è un film allegro, è una storia di violenza, di traumi generazionali, di segreti e di incapacità. Ma è anche una storia di forza, perseveranza.
Priscilla Lucifora
Priscilla Lucifora
Siciliana a Milano. Classe 1994. Formazione umanistica e una grande fascinazione per moda, cultura pop e costume. Il mio film preferito è Matrix. Grande fan di tutto ciò che è contemporaneo.
- Pubblicità -
Lou e la potenza creatrice e distruttrice delle donne - La recensione Lou è un film d'azione intenso retto dalle due ottime interpreti. Non è un film allegro, è una storia di violenza, di traumi generazionali, di segreti e di incapacità. Ma è anche una storia di forza, perseveranza.