Recensione Love Alarm, la seconda stagione disponibile dal 12 febbraio su Netflix

Love Alarm 2 recensione
- Pubblicità -

Love Alarm, trama, trailer e recensione della seconda stagione della serie coreana su Netflix da venerdì 12 marzo 2021.

Venerdì 12 marzo 2021 su Netflix arrivano i nuovi episodi della seconda stagione di Love Alarm. Prodotta da Kijae Kim e Jinyee Kim è la serie si ispira a un noto webtoon omonimo. Per chi non lo sapesse il “webtoon” è una sorta di manga che è stato creato appositamente per la lettura online.

La seconda stagione di Love Alarm è composta da sei episodi, più maturi, e più commoventi della prima stagione. La serie si prepara ad entrare nuovamente nella Top Ten italiana dei titoli più popolari su Netflix. Ecco un trailer in coreano, sottotitolato in inglese:

- Pubblicità -

Love Alarm 2, la trama

Nella nuova stagione di questo mondo in cui un’app mostra quante persone hanno una cotta per te nel raggio di 10 metri, la storia d’amore continua con la versione aggiornata Love Alarm 2.0. Con il suo scudo attivato, Jojo è ancora indecisa tra il suo primo amore Sun-oh e l’amico Hye-young ed è turbata da questo triangolo amoroso mentre cerca di scoprire a chi appartenga veramente il suo cuore.

Recensione Love Alarm, stagione 2 – Il nostro commento

Se avete amato la prima stagione di Love Alarm, la seconda vi sorprenderà. Più matura, più intensa e più commovente della prima, questi sei episodi sono indubbiamente ben riusciti. Love Alarm si conferma uno dei k-drama più interessanti di Netflix: racconta una generazione in bilico, in una società dove la bellezza e l’apparenza contano più di tutto. Una società dove i più belli e fortunati vanno avanti, mentre gli altri restano indietro. Ma come spesso accade nelle migliori storie, in un gruppo si distingue chi ha il coraggio di fare una scelta diversa dagli altri, nel bene o nel male. Non vi diremo quale dei tre protagonisti principali farà questa scelta, ma vi assicuriamo che cambierà il destino di tutti.

La storia in questa seconda stagione evolve in maniera fluida dopo quattro anni dal finale della prima, e ogni personaggio trova il suo spazio e il suo giusto contesto.
In una società in cui un algoritmo decide le relazioni tra le persone, in cui un’App decreta il più amato di tutti, la sofferenza della maggior parte dei protagonisti emerge piano piano, in un’inquadratura, una frase, o in un flashback, dando vita a una storia corale delicata e a suo modo potente, con le caratteristiche tipiche del drama coreano, perfetto per chi ama il genere.

(Giorgia Di Stefano è founder di TV Tips, la prima App che ti consiglia la serie tv giusta per te: ti consigliamo di scaricarla, è gratis!)

Il Cast

  • Kim So-hyun: Kim Jo-jo
  • Song Kang: Hwang Sun-oh
  • Jung Ga-ram: Lee Hee-young
  • Shin Seung-ho: Il-sik
  • Go Min-si: Park Gool-mi
  • Song Seon-mi: Jeong Mi-mi
  • Lee Jae-eung: Cheong Duk Gu
  • Song Geon-hee: Marx
- Pubblicità -