Il Re, iniziate le riprese della serie Sky con Luca Zingaretti, Isabella Ragonese e Barbara Bobulova

Il Re
_ph credit Gianmarco Chieregato
- Pubblicità -

Luca Zingaretti arriva su Sky protagonista di Il Re primo prison drama italiano

Nicola Maccanico, Executive Vice President Programming Sky Italia, l’aveva anticipato durante la presentazione di Petra, l’obiettivo è cercare prodotti e volti popolari ma con la qualità delle serie tv Sky. E cosa c’è di più popolare in Italia di Montalbano?

Luca Zingaretti sarà così protagonista di Il Re (no tranquilli nessun remake del Commissario Montalbano) un prison drama, primo in Italia in questo genere, in 8 episodi diretti da Giuseppe Gagliardi (199219931994Non Uccidere), prodotto da Lorenzo Mieli e The Apartment con Wildside, entrambe parte del gruppo Fremantle (anche distributore internazionale). La sceneggiatura de Il Re è di Stefano Bises, Peppe Fiore, Bernardo Pellegrini, Davide Serino. Sono iniziate le riprese che si svolgeranno tra Roma, Civitavecchia, Torino e Trieste.

- Pubblicità -

La trama de il Re

Sky ha diffuso questa prima nota legata alla trama della serie:

Il San Michele è un carcere di frontiera dove Bruno Testori (Zingaretti), il Direttore, esercita la sua personale idea di giustizia, il suo quarto grado di giudizio, al di sopra della legge dei tribunali e dei codici di procedura penale. Perché dietro ogni detenuto c’è una storia, una vita deragliata: e anche se fuori dal carcere la prima a essere andata fuori dai binari è proprio la sua, dentro il San Michele Bruno è un sovrano assoluto. Spietato con chi lo merita, e inaspettatamente misericordioso con altri, sempre seguendo i principi della propria distorta e oscura morale. Ma quando il regno rischia di crollare, minacciato da un pericolo imminente, Bruno si troverà a combattere la guerra più difficile.

Il Cast

Oltre a Luca Zingaretti nel cast de Il Re ci sono  Isabella Ragonese (Lei mi parla ancoraRocco SchiavoneIl padre d’Italia), nei panni di un’agente della polizia carceraria del San Michele, Anna Bonaiuto (LoroNapoli velataMio fratello è figlio unico), che interpreterà il pubblico ministero che indagherà sulla rete di illeciti e connivenze che fanno capo a Testori, e Barbora Bobulova (Scialla!Cuori puriCuore sacro), che nella serie sarà l’ex moglie del personaggio interpretato da Zingaretti.

Le dichiarazioni

Luca Zingaretti ha dichiarato: “Bruno Testori è un personaggio cupo, maestoso, contorto, controverso, un RE per l’appunto. Interpretarlo è una sfida che ho accettato subito e che mi affascina, seguendone lo sviluppo, di pagina in pagina sempre più”. 

Nicola Maccanico, Executive Vice President Programming Sky Italia ha dichiarato: “Luca Zingaretti, attore tra i più popolari e amati, arriva nel mondo Sky, in un ruolo a tinte dark che non assomiglia a nulla che abbia già fatto, protagonista di una storia perfettamente calata nel presente e nella sua complessità. Questo è probabilmente quanto di più esplicativo possibile della direzione che abbiamo intrapreso col nostro lavoro sulla serialità, di come vogliamo estendere il perimetro dei nostri Originals e, più in generale, di qual è l’identità, la forza narrativa che cerchiamo per le nostre storie. Siamo quindi felici di avere con noi – specie in un ruolo tanto inedito – Luca, che ha abbracciato con entusiasmo una sfida enorme che ci appassiona. E siamo felici di condividere un nuovo, stimolante progetto con The Apartment e Wildside. Il Re sarà un’altra grande storia targata Sky, un racconto potente che terrà assieme un profondo realismo e alcune delle contraddizioni e paure del nostro tempo. Così potrà diventare un nuovo punto di riferimento nel percorso di evoluzione della narrazione televisiva”.

Lorenzo Mieli, CEO di The Apartment, ha dichiarato: “Dar vita a una nuova serie e a un nuovo personaggio è sempre importante. Farlo con Luca Zingaretti protagonista è un passo davvero significativo nel panorama della serialità italiana. Per arrivare fin qui, fino a Il Re, ci sono voluti anni di lavoro insieme con Luca e gli scrittori. E ora siamo davvero felicissimi di dare vita con Sky al primo prison drama italiano e al suo protagonista: il controverso direttore di un carcere, dove nessuna delle leggi dello Stato ha valore, perché il bene e il male dipendono dal suo giudizio. Un uomo apparentemente forte, posseduto in realtà da un ingombrante dark side. Il Re è una sfida e, come dovrebbero sempre fare le buone serie e i personaggi originali, l’obiettivo è stupire e spiazzare gli spettatori”.

- Pubblicità -