Meraviglie – Stelle d’Europa, le tappe del programma di Alberto Angela

Meraviglie – Stelle d’Europa è il nuovo ciclo di documentari di Alberto Angela che ci porta a esplorare le meraviglie del nostro continente. Il programma, prodotto da Rai Cultura, racconterà in tre puntate tesori del patrimonio culturale e ambientale, da est e ovest, da nord a sud, alla ricerca dell’identità delle varie nazioni ma anche di una storia comune.

Tra immagini in 4K anche con l’uso di droni acrobatici, il programma Meraviglie – Stelle d’Europa vedrà anche la partecipazione di ospiti celebri e performance artistiche in ciascuno dei luoghi più significativi del viaggio. Mercoledì 11 gennaio 2023 in onda la terza e ultima puntata di Meraviglie – Stelle d’Europa dalle 21:25 su Rai 1 e RaiPlay dove è possibile recuperare tutte le puntate.

Meraviglie Stelle d’Europa le città

Mercoledì 11 gennaio a Meraviglie stelle d’Europa

Nella puntata finale di Meraviglie Stelle d’Europa Alberto Angela parte dall’Andalusia in Spagna, in compagnia di Rocío Muñoz Morales, il viaggio è tra Granada, Cordova e Siviglia, tra la pietra dell’Alhambra e la magia del flamenco. La tappa italiana di questa puntata è Palermo, attraverso l’oro della Cappella Palatina, il bianco del marmo della fontana Pretoria e la pietra color miele del teatro Massimo. E poi la chiesa di San Domenico, dove ci sono le spoglie di Giovanni Falcone e dove Paolo Borsellino tenne un famoso discorso. Verranno riproposte le sue parole, che fanno ancora riflettere e forse anche tremare.

Infine l’ultima tappa è Praga, la città dalle cento torri. Dal ponte Carlo, al castello con la meravigliosa cattedrale di San Vito, dalla torre dell’Orologio al quartiere ebraico, il racconto di Alberto Angela si districa tra luoghi noti e altri meno conosciuti, alla ricerca delle tante anime di questa città: medioevale, barocca, liberty e infine moderna. Il viaggio sarà punteggiato dai ricordi di un insospettabile esperto della città: l’attore e regista Carlo Verdone. 

Mercoledì 4 gennaio

Meraviglie – Stelle d’Europa nella puntata di mercoledì 4 gennaio 2023 ci porta ad Atene, sulla sua Acropoli dove sorge il leggendario tempio dalle proporzioni perfette, il Partenone. Alberto Angela va a vedere le Cariatidi nel museo mentre Luca Zingaretti interpreta il celebre discorso di Pericle agli Ateniesi e Yuri Chechi ricorda la sua avventura olimpica nella capitale greca.

La tappa italiana è Firenze, culla della cultura Europea durante il Rinascimento. alla cupola del Duomo lo sguardo si posa sui tesori circostanti: il campanile di Giotto e il Battistero di San Giovanni. Alberto Angela mostra i dettagli del David di Michelangelo in una luce del tutto nuova, e si inoltra nei rigogliosi giardini di Boboli, splendido parco di Palazzo Pitti. Carlo Conti fa gli onori di casa e racconta il suo amore per la città.

Ultima tappa della serata è la Baviera nell’atmosfera dei fiabeschi castelli immaginati nell’Ottocento dal sovrano Ludwig II. Tra questi quello di  Neuschwanstein, ha ispirato Walt Disney per i castelli delle sue principesse.

Mercoledì 28 dicembre

Mont Saint-Michel, nel nord della Francia, isolotto che sembra danzare tra terra e mare al ritmo delle maree, in alcuni momenti è un’isola, in altri il mare si ritira permettendo di raggiungere a piedi la famoso abbazia benedettina, presente nella città nel canale della Manica. La seconda città della puntata di mercoledì 28 dicembre è Lisbona, con un percorso dalla torre di Belem ai ricami del monastero dei Jéronimos, Alberto Angela racconta questa affascinante città adagiata sulle sponde del Tago e affacciata all’oceano.

La tappa italiana della puntata è Verona, la città dell’amore di Romeo e Giulietta. Ultima tappa della puntata di stasera è Chartres, città francese che conserva una tra le più antiche cattedrali gotiche. Le sue celebri vetrate, che si conservano intatte da nove secoli, hanno dato il nome ad un colore, il celebre “blu di Chartres”.

Redazione Dituttounpop
Redazione Dituttounpop
Siamo la redazione di dituttounpop... sembra un'entità indefinita, una cosa brutta, ma tranquilli è sempre un umano a scrivere questi articoli... o meglio più di uno di solito. Per questo usiamo questo account. Ci trovate anche sui social. Ciao.