Mezz’ora in Più e Rebus su Rai 3: gli argomenti di domenica 5 giugno

Rebus
- Pubblicità -

Mezz’ora in Più, Rebus  le anticipazioni dei programmi di domenica pomeriggio 5 giugno su Rai 3

L’attualità politica con Mezz’ora in Più e Lucia Annunziata, il racconto del presente con Rebus è il menù fisso della domenica pomeriggio di Rai 3, valida alternativa ai contenitori pomeridiani delle ammiraglie Rai e Mediaset. Subito dopo alle 17:20 il meglio di Kilimangiaro

Domenica 22 maggio su Rai 3 a In Mezz’ora in Più e Mezz’ora in più il mondo che verrà, spazio all’attualità e alla guerra in Ucraina , l’appuntamento con Rebus vedrà ospite Ascanio Celestini per parlare del teatro di narrazione. Tutti e due i programmi anche in streaming su RaiPlay (live nello spazio delle dirette e on demand nelle giornate successive).

Mezz’ora in Più domenica 5 giugno

Nella puntata di oggi di Mezz’ora in Più e Il Mondo Che Verrà condotto da Lucia Annunziata e Antonio Di Bella si parla dei 100 giorni di guerra in Ucraina, ma anche del Giubileo della Regina, dei referendum e dell’emergenza salari.

Ospiti del programma di oggi pomeriggio alle 14:30 saranno il direttore generale del Russian Affairs Council Andrey Kortunov, il segretario generale della Cgil Maurizio Landini, l’ex magistrato Armando Spataro, il giudice emerito della Corte Costituzionale Sabino Cassese, il giornalista del Corriere della Sera Giovanni Bianconi, il diplomatico Giancarlo Aragona, il costituzionalista Francesco Clementi, la giornalista Barbara Serra.

Rebus gli ospiti del 5 giugno

Alle 16.30 di domenica 5 giugno prendono la linea Corrado Augias e Giorgio Zanchini con Rebus. La puntata di oggi vedrà come ospite Ascanio Celestini importante rappresentante del teatro di narrazione, una forma di spettacolo impegnato in cui dietro ogni rappresentazione c’è sempre un forte messaggio. Con i suoi spettacoli Celestini ha raccontato storie di persone comuni che rievocano attraverso le loro voci e i loro punti di vista la storia del nostro Paese. . L’Italia in via di trasformazione raccontata da Pasolini, l’eccidio delle Fosse Ardeatine, la Seconda Guerra Mondiale, la chiusura dei manicomi, la lotta di classe, sono solo alcune degli scenari che attraverso la sua voce hanno preso forma. Con il suo particolare modo di narrare racconterà come oggi l’arte rende e riflette i conflitti del nostro tempo.

L’arte ma di tipo figurativo sarà al centro di un servizio realizzato da Corrado Augias alla scoperta di una delle opere di Antonio Canova più affascinanti e grandiose, “Ercole e Lica”, alla Galleria Nazionale di Arte Moderna di Roma.

- Pubblicità -
Siamo la redazione di dituttounpop... Lo sappiamo, sembra un'entità indefinita, una cosa brutta, ma tranquilli è sempre un umano a scrivere questi articoli... o meglio più di uno di solito. Per questo usiamo questo account. Per sapere chi siamo c'è la pagina "Redazione" in fondo... facile vero? Ci trovate anche sui social. Ciao.