Netflix a quota 221,8 milioni di abbonati a dicembre 2021

- Pubblicità -

Netflix a quota 221,8 milioni di abbonati, in crescita rispetto al trimestre precedente. Ufficiale il rinnovo di Squid Game

Il quarto trimestre del 2021 di Netflix è stato quello caratterizzato dai rilasci di punta del servizio streaming. Molte serie tv rilasciate in quel periodo sono ancora in Top Ten, come Emily In Paris, The Witcher, ma anche Cobra Kai e il film Don’t Look Up. Senza contare l’influenza di Squid Game, che nonostante il rilascio a settembre, a sicuramente avuto effetti anche sull’ultimo trimestre, soprattutto in Italia con il rilascio del doppiaggio in italiano che ha ridato linfa vitale alla serie nei mesi di ottobre e novembre.

Ieri Netflix ha presentato i dati degli abbonati al 31 dicembre 2021, questi sono 221,8 milioni in tutto il mondo, con una crescita nell’ultimo trimestre di 8,28 milioni di abbonati rispetto al precedente, un po’ meno di quanto previsto (8,5 milioni). La crescita ancora una volta è trainata dai mercati internazionali, ma non sono stati comunicati dati suddivisi per aree geografiche. Sappiamo però che circa il 90% dei nuovi abbonati aggiunti nel 2021 vengono dai mercati internazionali. In tutto nel 2021 Netflix è cresciuta di 18 milioni di abbonati rispetto al 2020, quasi la metà rispetto ai 37 milioni aggiunti in un 2020 influenzato in positivo dalla pandemia.

Nella lettera di commento dei risultati agli azionisti, l’azienda per la prima volta ha ammesso che la crescente concorrenza nel mercato streaming potrebbe aver giocato, e giocherà, un ruolo importante nella crescita di Netflix. “I consumatori hanno sempre avuto più scelta quando si parla di intrattenimento; e la competizione si è solo intensificata negli ultimi 24 mesi visto che molte aziende del mondo dell’intrattenimento stanno sviluppando le loro offerte streaming… Nonostante la competizione potrebbe influire marginalmente sulla nostra crescita, continuiamo a crescere in ogni regione in cui questa competizione si sta intensificando“.

La seconda stagione (e non solo?) di Squid Game è ufficiale

Tutti la davamo come certa, ma ieri Ted Sarandos, co-amministratore delegato di Netflix e responsabile dei contenuti, ha dichiarato: “L’universo di Squid Game è appena iniziato“, come se fosse più una minaccia che una dichiarazione.

Ma non finisce qui perchè quando Sarandos parla di Universo, si riferisce anche all’utilizzo di questi franchise al di fuori del core business dell’intrattenimento, includendo anche il merchandise e esperienze live. Nel suo discorso agli azionisti Sarandos ha anche citato Bridgerton, la seconda serie più vista di sempre su Netflix, che tornerà con la seconda stagione a marzo, e Stranger Things che debutterà in estate con la quarta stagione.

 

- Pubblicità -